Pomeriggio 5: stop alla cremazione di Maradona, nuovo test del Dna

19/12/2020

 Diego Armando Maradona non riesce a riposare in pace, neanche a quasi un mese dalla morte. Il tribunale di Buenos Aires ha stoppato la cremazione. La richiesta è arrivata da parte dei due figli non riconosciuti, Magalì Gil e Santiago Lara. La notizia ha fatto subito il giro del mondo.

maradona-129859.660×368

La battaglia dei figli non riconosciuti continua senza sosta, chiedono a gran voce il test del Dna. Magalì Gil, la ragazza 25 anni, lotta da tanto tempo per sapere chi è suo padre, ed è convinta che la risposta sia Diego Armando Maradona. Santiago Lara agguerrito chiede il test del Dna e la riesumazione della salma.

Lo stop del tribunale alla cremazione

Gimnasia y Esgrima La Plata v Arsenal – Superliga 2019/20


Leggi anche: Live Non è la d’Urso, il figlio di Maradona: la pagheranno

La prima piccola vittoria per la lotta al riconoscimento arriva dal tribunale di Buenos Aires, che ferma la cremazione del re del calcio. Prima di far riposare finalmente in pace Diego Armando Maradona, sarà effettuato un nuovo test del Dna. 

Quando potrà essere effettuato il prelievo lo stabilirà la procura argentina nei prossimi giorni. Se i due ragazzi fossero davvero figli di Maradona, si aprirebbero nuovi scenari per la lotta all’eredità. La lista degli eredi del patrimonio dell’ex pallone d’oro si allungherebbe.

Vito Paglia inviato di Barbara D’Urso riporta fedelmente delle novità direttamente dall’ Argentina. L’inviato informa  i telespettatori di Pomeriggio 5 che, la guerra all’eredità Maradona sembra infinita. L’ultima notizia riguardo l’eredità Maradona, è la denuncia delle due figlie Dalma e Giannina e dell’ex moglie. 

I reati di cui vengono accusate sono gravissimi, truffa, riciclaggio di denaro ed evasione fiscale. La denuncia arriva da parte del presidente di una fondazione argentina di cui le tre donne facevano parte.

Andrea De Lissandri
Suggerisci una modifica