Pomeriggio 5: Vladimir Luxuria infuriata con un quotidiano

27/04/2021

A Pomeriggio 5, nello studio di Barbara d’Urso si parla del video di Chiara Ferragni con suo figlio Leone che gioca con le bambole. Video che ha aperto una triste polemica con il quotidiano La Nazione costretta poi a scusarsi. In studio Vladimir Luxuria è scandalizzata dalle accuse di omosessualità

barbara d’urso pomeriggio 5

Le accuse de La Nazione contro Chiara Ferragni e Fedez hanno acceso una discussione anche nello studio di Pomeriggio 5 con Barbara d’Urso incredula da quanto è successo. Una polemica nata da un video dell’influencer in cui il suo piccolo Leone era impegnato a giocare tra l’altro con le bambole. Da qui l’articolo del quotidiano QN secondo cui:

“Oggi, ci sono coppie, celebri grazie ai social e quindi obbligate a render spettacolari ogni attimo della loro vita che quasi inducono l’omosessualità del figlio neonato offrendogli bambole…”

Un articolo che ha fatto infuriare Fedez  che ha sottolineato che non è un problema se suo figlio Leone gioca con le bambole. Botta e risposta con tanto di retifica e scuse da parte de La Nazione. La prima a intervenire in studio è la giornalista Silvana Giacobini che ha raccontato che da piccola giocava con le pistole e i fucili. “Mi sono costruita anche un arco con le frecce e andavo a cavallo. Ma giocavo anche con le bambole”. A non prenderla con la stessa filosofia è Vladimir Luxuria...


Leggi anche: Amici: passione travolgente tra Vladimir Luxuria e un ballerino

Luxuria e Cecchi Paone sicuri: l’omosessualità non si induce!

pomeriggio-5-patrizia-groppelli-contro-la-body-positivity-progetto-senza-titolo-2021-04-26t183036.770

 

La discussione nello studio di Pomeriggio 5 si accende con le parole di Vladimir Luxuria:

“Il problema non sono i bambini che giocano con le bambole. Il problema sono i bambini che quando crescono, da adulti, trattano le donne come bambole. Ai bambini bisogna insegnare l’educazione e il rispetto e sapere l’omosessualità non si induce”

Severo anche il commento di Alessandro Cecchi Paone certo che bisogna educare i bambini alla libertà e al rispetto. E questo modo libero di educare ha due nomi importanti Maria Montessori che faceva fare ai bambini quello che di naturale volevano fare scegliendo tra gli oggetti e le cose che potevano utilizzare e poi Obama e Michelle che “hanno fatto scegliere ai loro figli se giocare con i soldatini o le bambole. E’ il modo migliore”

Colpita naturalmente anche Barbara d’Urso: “Non è che se un bambino sceglie di giocare con le bambole  cresce omosessuale. E poi se anche fosse omosessuale che male c’è?”. E in studio arrivano gli applausi di tutti i suoi ospiti…

Ludovico Merlo
  • Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Esperto in: TV, Spettacolo e Gossip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica