Rocco Siffredi positivo al Covid: non fidatevi del fai-da-te

- 29/10/2020

Il pornodivo Rocco Siffredi, risultato positivo al Covid-19, ai microfoni dell’Ansa ha messo in guardia dai test veloci fai-da-te, che per ben due volte gli avevano dato esito negativo. Ora l’attore e regista hard è a Budapest in isolamento e segue una terapia domiciliare. Positivi anche la moglie Rosa, i due figli, la domestica e l’autista.


rocco-siffredi-1280×720

Tra coloro che sono risultati positivi al Covid, negli ultimi giorni, c’è anche Rocco Siffredi.

L’attore adesso si trova a Budapest, in isolamento con tutta la famiglia e i collaboratori domestici. Il pornodivo ha attribuito a due “falsi negativi” l’origine del focolaio che si è creato tra le sue mura domestiche.

Rocco Siffredi: “Test rapidi per il Covid inutili e dannosi”

Rocco-siffredi


Leggi anche: Rocco Siffredi positivo al Covid, troppo attivo?

Ha dichiarato Siffredi all’Ansa:

 “I test rapidi per rilevare il Covid-19, anche se costosi e comprati in farmacia, sono inutili e dannosi. State attenti, non fidatevi”.

Rocco Siffredi ha riferito di avere contratto il virus a Roma dove si trovava con la moglie Rosa per alcuni meeting legati alla realizzazione di un film sulla sua vita. Il contagio sarebbe avvenuto nella Capitale venerdì 16 ottobre, durante una cena.

Prima di rientrare in Ungheria, paese in cui vive da tempo e da cui era partito “negativo al 100%” come emerso dall’esito di un test molecolare, Siffredi ha acquistato in Italia test rapidi e farmaci, solo per precauzione, ma qualcosa non è andato per il verso giusto.

 “Per evitare di dover fare la quarantena al ritorno, come imposto in Ungheria, con tanto di visite a casa della polizia, ci siamo fatti fare un invito ‘business’ grazie al quale è possibile muoversi con libertà”.

Ha proseguito:

“Io e mia moglie abbiamo iniziato ad avere sintomi influenzali e siamo rimasti in casa. Per ben due volte i test comprati in Italia hanno dato esito negativo. Dopo il secondo ci siamo tranquillizzati e abbiamo riabbracciato i nostri due figli, Lorenzo di 24 anni e Leonardo di 21”.

0005857E-rocco-siffredi-con-la-moglie-rosa-e-i-figli-lorenzo-e-leonardo

Siffredi ha dunque spiegato che solo dopo che anche i ragazzi hanno iniziato ad accusare i sintomi del Coronavirus si sono sottoposti a un tampone molecolare che ha dato esito positivo:


Potrebbe interessarti: Che tempo che fa: Littizzetto hot con Rocco Siffredi

“Siamo infetti e con sintomi, tutti”.

Il pornoattore, che al momento sta seguendo una terapia a domicilio e le indicazioni dei medici italiani contattati telefonicamente, è preoccupato soprattutto per le persone più anziane, ovvero la donna di servizio e il marito.

“Non mi perdonerei di aver fatto del male a loro, che hanno 70 e 75 anni. I ragazzi ora stanno meglio mentre io e Rosa abbiamo perso il gusto e abbiamo ancora sintomi”.

Rocco ha concluso così:

“È sbagliatissimo mettere in circolazione test fai-da-te, un business dannoso. Bisogna fare solo esami molecolari”.

Commenti: Vedi tutto