Sanremo 2021: Amadeus svela un segreto delle canzoni in gara

Il festival, pandemia permettendo, slitta a marzo: Amadeus sta continuando a scegliere la rosa dei cantanti big che saranno in gara. Sono già arrivati 300 brani

amadeus-fiorello-sanremo-2020

Il conduttore ha rivelato  che nelle canzoni che ha già ascoltato “fortunatamente non si parla di Covid”. Insieme a lui, che per il secondo anno consecutivo è il presentatore e direttore artistico, sul palco anche Fiorello e Jovanotti.

Sanremo 2021, slitta a marzo, pandemia permettendo

Amadeus, che è stato confermato come presentatore e direttore artistico per il secondo anno consecutivo, è già al lavoro per scegliere la lista di cantanti big che si esibiranno  al Festival. Che è slittato a marzo ma che, comunque, dovrà fare i conti con l’andamento della pandemia. In un’intervista con il Messaggero il conduttore, che sarà affiancato da Fiorello e Jovanotti, ha parlato delle canzoni che ha già ricevuto e che sono già 300 e ha rivelato che  nessuna di queste parla di Covid, facendo capire la sua approvazione rispetto alla scelta che hanno fatto gli autori dei brani di non parlarne, come a dire: basta  abbiamo già dato.


Leggi anche: Sanremo, Amadeus presenta AmaSanremo

Sanremo, Amadeus: “nelle canzoni non si parla di Covid”

Amadeus-Festival-2021Amadeus-1

Amadeus racconta che è in piena attività per ascoltare le canzoni che sono arrivate  ed ha detto che nessuna parla, fortunatamente, di Covid e che un centinaio di queste sono veramente belle. Il conduttore ha detto a il Messaggero

Sono già arrivate 300 canzoni, nessuna canzone parla di Covid, grazie a Dio. E un centinaio sono davvero belle. C’è di tutto e di ogni genere. So già che avrò l’imbarazzo della scelta. Meno male: Vorrei fare una gran festa per celebrare la rinascita del mondo della musica, così colpito dal virus, e di tutti noi.


Potrebbe interessarti: Sanremo: Fedez e Michielin pronti per l’Ariston

Sanremo, Amadeus: “Riorganizzare sì ma con il pubblico presente”

Amadeus ha ribadito l’importanza, pandemia sotto controllo, di riorganizzare tutto ciò che ruota intorno al Festival e dell’importanza che sia presente pure il pubblico

Speriamo solo di arrivare a marzo con la pandemia sotto controllo, sapendo che bisognerà comunque riorganizzare tutto: teatro, sala stampa e città. La gente deve poter venire e star tranquilla e sicura. Di sicuro all’Ariston ci sarà il pubblico”.

Insieme ad Amadeus anche Fiorello e Jovanotti

Accanto ad Amadeus, pure Fiorello e anche Jovanotti. Il condutore ha  detto che Jovanotti “é un amico e come Fiorello può venire e fare quello che vuole. Ci siamo scambiati dei messaggi ma non ci siamo ancora sentiti”.

Indiscrezioni dicono che, oltre a Jovanotti e Fiorello, riconfermato subito dopo il termine del festival precedente, potrebbe anche essere presente Gerry Scotti,  la cui presenza era sfumata nell’edizione 2020 per problemi di lavoro del conduttore.

Francesca Petruccioli
  • Iscritta all'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria, elenco Professionisti
  • Esperta in: Gossip, Tv e Vip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica