Sanremo 2021: il prefetto vieta il pubblico

21/01/2021

Dopo l’ufficializzazione delle date del Festival di Sanremo, arriva la conferma anche sulla presenza del pubblico in sala. Il prefetto di Sanremo, Alberto Intini, si è espresso sfavorevole alla presenza del pubblico, con la possibilità di una eventuale deroga solo per la serata finale del 6 Marzo.

sanremo-2021-1-485×360

Sanremo è Sanremo, ma quest’anno senza pubblico; la conferma arriva direttamente dal prefetto della città del festival della canzone italiana.

“Né pagante, né su inviti”, così afferma Alberto Intini, prefetto di Sanremo, il D.P.C.M. in vigore fino al 5 marzo vieta esplicitamente la presenza di pubblico in teatri e cinema; nessuna eccezione, nemmeno per il Festival di Sanremo.

L’unica possibilità di deroga è per il 6 Marzo, il gran finale, ma purtroppo la situazione non accenna a migliorare velocemente come auspicato:

“E’ ancora tutto in itinere e prima di compiere valutazioni bisognerà capire l’evolversi della situazione. L’unica cosa che mi sento di dire è che la norma è chiara e Sanremo non sarà un’eccezione”


Leggi anche: Sanremo: Fedez e Michielin pronti per l’Ariston

Le problematiche legate all’organizzazione del Festival

festival-di-sanremo-prefetto-no-a-spettatori-in-sala-ariston-500

Il Festival di Sanremo, ogni anno, mette in circolo molto movimento nella città e nella regione, soprattutto economico; in molti speravano in una possibilità del pubblico in sala, ma il prefetto pare irremovibile.

Viale Mazzini sta lavorando instancabilmente per approvare un protocollo sanitario che limiti i contagi al minimo, ma purtroppo le problematiche non si limitano solo al teatro Ariston.

La città di Sanremo, in particolar modo il centro storico, è ricco di piccole viuzze e luoghi stretti che, durante la settimana del Festival, si riempiono di giornalisti, starlette e curiosi. Quest’anno, data l’impossibilità di assistere in sala, se non per probabili “figuranti”, rende le strade potenzialmente ancor più piene degli anni passati.

“Il programma televisivo sarà tarato in base ai riverberi che può avere sulla città” Conferma Intini.

Fotografi in galleria e non più di 80 giornalisti accreditati al palafiori, questa l’ipotesi più probabile, ma ancora da ufficializzare. Il protocollo richiederà ancora dei giorni di lavoro, mentre FIMI continua a richiedere che venga approvato al più presto un protocollo ufficiale:

“La scelta di confermare la kermesse per il prossimo mese di marzo, senza un chiaro protocollo, è eticamente sbagliata. Non si può rischiare con la salute delle persone”.

Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter