Sanremo 2021: pubblicato il protocollo sanitario ufficiale

02/02/2021

A fronte dell’ultima riunione ufficiale Rai con il Comitato Tecnico Scientifico è noto il protocollo sanitario ufficiale: niente pubblico per questo Festival di Sanremo; come si legge da una nota di Viale Mazzini, bisognerà lavorare su “idee creative compatibili con questa impostazione”.

Sanremo-2020-2-1024×576

È ufficiale: questo Festival di Sanremo sarà senza pubblico, i cantanti si esibiranno in un teatro vuoto; niente schiamazzi, niente fischi né tantomeno applausi, questo sarà il Festival che ricorderemo per tutta la vita.

Lo straniamento di chi canterà senza avere davanti a sé una platea gremita di persone in luccicanti e costosi abiti da sera sarà tanta e comprensibile ma, come era inevitabile, il pubblico non potrà assistere dal vivo alla gara.

Per ovvie ragioni di criticità organizzative, dal comunicato stampa Rai divulgato in queste ore, si legge la conferma del protocollo sanitario ufficiale:


Leggi anche: Fiorello come Amadeus: senza pubblico niente Sanremo

“La Rai, al termine di una riunione con il Direttore Artistico in cui sono stati esaminati in dettaglio i vari scenari, ritiene che la 71a edizione del Festival di Sanremo, prevista dal 2 al 6 marzo, debba concentrarsi esclusivamente sull’evento serale al Teatro Ariston”

Fermo restando quindi che l’evento sarà incentrato nel teatro sanremese, si legge sulla questione pubblico:

“Per tale motivo l’azienda presenterà al Cts il protocollo organizzativo sanitario che non prevede la presenza del pubblico al Teatro Ariston. La Rai ha dato pertanto indicazioni al direttore artistico per lavorare su idee creative compatibili con questa impostazione”.

Niente pubblico ma tante canzoni

festival-di-sanremo-ariston

Non c’è nulla di cui meravigliarsi, nonostante Amadeus avesse “impuntato i piedi” sul pubblico in presenza, il giudizio ha vinto; la Rai ha lavorato incessantemente per garantire uno show al massimo delle possibilità.

Nulla da recriminare allo staff organizzativo che ha lavorato notte e giorno, letteralmente, per far fronte alle problematiche; dallo stesso comunicato di Viale Mazzini si legge la volontà di offrire uno spettacolo eccezionale:

“la Rai intende produrre il massimo sforzo per realizzare un Festival in sicurezza e portare lo show ai suoi telespettatori nel rispetto del mondo della musica e della storia del Festival”


Potrebbe interessarti: Sanremo, terza serata: scaletta e ospiti

A questo punto è necessario iniziare a parlare delle cose che contano davvero: le canzoni in gara; 26 big che si contenderanno l’ambito leoncino d’oro, mai come quest’anno, il pubblico ha bisogno di non pensare al covid che, purtroppo, ancora ostacola la vita di tutti, ed ecco ventisei canzoni inedite pronte ad allietarci dal 2 al 6 marzo in prima serata!

 

Vito Girelli
Suggerisci una modifica