Sanremo, Amadeus presenta AmaSanremo

21/10/2020

La testa di Amadeus è completamente dedicata alla musica. Prima i giovani, poi i big. Il direttore artistico di Sanremo sta lavorando per promuovere e lanciare al meglio il prossimo Festival di Sanremo. Si comincia con cinque puntate in seconda serata su Rai 1: AmaSanremo…

festival-di-sanremo-2020-di-amadeus

Ho vissuto le ultime settimane con le cuffiette sempre alle orecchie. Devo ascoltare 961 proposte giovani. Un record. Le ho ascoltate e riascoltate tutte con attenzione. Poi ne ho dovuto scegliere 60. E ora c’è la seconda fase nella quale arriveremo a 20″. Parole di Amadeus che A Tv Sorrisi e Canzoni svela tutti i segreti del prossimo 71° Festival di Sanremo, le tappe di avvicinamento.

Dal 29 ottobre si conosceranno i 20 artisti nel suo nuovo programma AmaSanremo. “E’ un esperimento che ho voluto per valorizzare i giovani. Il Festival di Sanremo deve guardare al presente e al futuro, deve investire su di loro. Perché i giovani di oggi saranno i Big di domani”.


Leggi anche: Sanremo Giovani: Amadeus cambia tutto e scoppia la polemica

Sanremo cambia format, spazio ai giovani da fine ottobre

Amadeus-Festival-2021

Come sarà il programma? “Si svolgerà in un’atmosfera confidenziale da club nella seconda serata di Rai 1. Una vera seconda serata, che comincia alle 22.45. La durata sarà di 60 minuti e saremo nello Studio B di via Asiago, nel tempio della radio. Accanto a me ci sarà Riccardo Rossi, compagno di viaggio per tutte e cinque le puntate, e una giuria di quattro esperti musicali: Piero Pelù, Luca Barbarossa, la direttrice d’orchestra Beatrice Venezi e un quarto giudice ancora da definire“. Lo scopo è arrivare a scegliere i 10 che andranno alla serata “Sanremo Giovani” in onda il 17 dicembre dal teatro del Casinò di Sanremo. “Da lì usciranno i sei che arriveranno, con i due di Area Sanremo, all’Ariston a marzo”. In quella stessa serata, spiega a Tv Sorrisi e Canzoni il direttore artistico del 71° Festival di Sanremo, “saranno presentati anche i 20 big”.

Una scelta non semplice, nemmeno quella. “Oggi siamo già a circa 50, il doppio rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. E c’è tempo per proporli fino a fine novembre. Sono felice, c’è una grande voglia di ripartenza nella musica. D’altra parte però sarà ancora più complicato scegliere…”.

Amadeus non si sbilancia ancora su Fiorello

fiorello-amadeus-sanremo

Domanda inevitabile su Fiorello? “Lo sento ma non parliamo di lavoro. Da qui a marzo è lunga“.

Al settimanale televiso per eccellenza Amadeus svela anche che tra i 2 e il 6 marzo ci sarà una serata dedicata alla canzone d’autore. “Il giovedì i Big in gara proporranno un brano a scelta tra l’infinito repertorio della canzone italiana, non necessariamente legato al Festival di Sanremo”. Per Ama l’idea è che “nel Festival 70+1 come lo chiamo io, quello della “rinascita” dopo il terribile periodo che stiamo vivendo, si riscopra quanta bella musica d’autore sia stata realizzata nel nostro Paese”.

Ludovico Merlo
Giornalista professionista
Esperto in: TV, Spettacolo e Gossip
  • Fonte Google News
  • Suggerisci una modifica
    Iscriviti alla Newsletter

    Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter