Sanremo: cosa è accaduto al microfono di Fasma

05/03/2021

Durante la terza serata delle cover del Festival di Sanremo, il microfono di Fasma ha avuto dei problemi tecnici; oltre ad una serie di complicazioni palesi durante tutta la serata, il cantante è apparso particolarmente turbato dal problema di audio, ma cosa è accaduto veramente a livello fonico durante la scorsa serata? Ecco la spiegazione.

fasma-microfono-non-funziona

Durante la serata delle Cover l’Ariston è stato assalito da innumerevoli problemi di audio; dopo una performance di Noemi e Neffa chiaramente fuori tempo, Amadeus è stato costretto ad irrompere sul palco durante un’esbizione.

Si tratta di quella di Fasma e Nesli, fratello del noto rapper Fabri Fibra, che durante l’esecuzione del brano “La fine” hanno avuto diversi intoppi, come il microfono di Fasma. Il giovane rapper, nato dallo scorso Festival di Sanremo è apparso molto turbato dall’accaduto.

Cosa è accaduto davvero al microfono di Fasma? I problemi tecnici avvengono spesso e, come nel caso di Noemi e Neffa, ci si può riprendere in corso d’opera se si è in grado di ovviarli, ma per Fasma il problema è un altro.


Leggi anche: Sanremo, terza serata: scaletta e ospiti

Fasma spacciato senza auto-tune?

5809279-2200-sanremo

Prima di ogni serata le prove audio sul palco dell’Ariston prevedono un “settaggio” dei volumi di ogni singolo artista che, in base alla voce e alla canzone, cambiano considerevolmente tra di loro.

L’auto-tune è uno strumento che, da qualche anno a questa parte, si utilizzava solo in studio per correggere piccoli difetti vocali, per rendere il brano più omogeneo. Da qualche anno però l’abuso di questo strumento è andato via via crescendo, sino ad arrivare sul palco.

L’auto-tune si regola in livelli e, quando questi livelli non vengono settati bene prima e, soprattutto, quando vi sono più microfoni sullo stesso palco, qualcosa può andare storto. Come in questo caso.

Madame, che nel suo brano “Voce” utilizza l’auto-tune, per la serata delle cover ha preferito non utilizzarlo, mostrando che quello strumento è un “di più”, ma non deve essere la regola.

Fasma si è sentito smascherato ed ha mostrato un volto di profonda vergogna sul palco, fortuna per Amadeus che ha interrotto tutto; certo, ci si sarebbe aspettati la stessa sensibilità per Noemi e Neffa, ma non è sempre tutto come dovrebbe!

Vito Girelli
Suggerisci una modifica