Sanremo omaggia Mia Martini con polemica


Il Festival di Sanremo rende omaggio a Mia Martina attraverso una emozionante esibizione di Serena Rossi in duetto con Claudio Baglioni, ma non riesca ad andare fino in fondo. La Rai ha infatti detto di no al monologo su Mimì proposto dell’attrice.

serena-rossi-mia-martini-sanremo

Il ricordo che Serena Rossi ha tributato alla sorella di Loredana Berté, che lei interpreta nel film per la tv “Io sono Mia”, in onda in prima serata il prossimo 12 febbraio su Rai 1, è sicuramente uno dei momenti più emozionanti non solo della terza puntata del Festival, andata in onda giovedì 7 febbraio, ma di tutto il 69° Festival di Sanremo. Dopo aver fatto venire letteralmente la pelle d’oca con l’interpretazione di “Almeno tu nell’universo” in coppia con Baglioni, la Rossi si è lasciata andare a un breve pensiero (tanto gli è stato concesso di tempo, quando invece bastava togliere anche un solo minutino a qualche altro ospite… uno tra tutti Fausto Leali, che meritava molto di più, non quella insignificante performance accanto a Rabio Rovazzi) su Mimì, prematuramente scomparsa nel 1995.

Serena Rossi chiede scusa per tutti a Mia Martini

69th Sanremo Music Festival 2019
Italian singer and Sanremo Festival artistic director Claudio Baglioni (L) and Italian actress Serena Rossi (R) perform on stage at the Ariston theatre during the 69th Sanremo Italian Song Festival, Sanremo, Italy, 07 February 2019. The festival runs from 05 to 09 February. ANSA/ETTORE FERRARI

Visibilmente commossa, l’ex conduttrice di Detto fatto, su Rai 2, ha così dichiarato davanti al pubblico dell’Ariston:

Se pensavo a lei prima di conoscerla pensavo a un’ingiustizia, a una violenza, a una discriminazione.
E invece era una grandissima artista, una grande donna. Stasera vorrei chiederle veramente scusa per tutto quello che le hanno fatto. Questo film è un atto d’amore per lei, per te Mimì

Scontata, e sentita, l’ovazione del pubblico.

Il ricordo di Baglioni di Mia Martini

bisio virginia baglioni compensi

Baglioni ha voluto omaggiare Mimì anche con Virginia Raffaele, invitata a leggere il brano “Mi basta solo che sia un amore”, tratto da “Oltre la collina”, il primo disco dell’artista scomparsa da lui stesso scritto per lei.

Ti posso raccontare una storia. Tra il 1970 e il 71 ho conosciuto una ragazza che si chiamava Domenica Mimì Berte e mi colpirono subito la sua risata bella, gli occhi malinconici, la voglia incredibile di cantare e la sua voce bellissima

racconta Baglioni. Il dirottatore artistico non ha voluto leggere personalmente il brano ma semplicemente accompagnare la lettura per paura di emozionarsi troppo e di non riuscire a terminare la performance in modo pulito a causa della commozione.

No ci sarebbe stato nulla di male. L’esibizione non sarebbe stata affatto… stonata! Anzi.

 


Vuoi ancora più SoloDonna?

Accedi gratuitamente ai nostri video, news e anticipazioni.

Commenti: Vedi tutto