Sanremo: Ornella Vanoni e Virginia Raffaele spettacolari

- 09/02/2019

Ornella Vanoni che imita Virginia Raffaele che a sua volta imita la Vanoni è sicuramente il momento più iconico di questo Sanremo 2019.
Divertente, senza freni e anche
politically uncorrect.

Vanoni-Raffaele sanremo

Durante la terza serata del Festival di Sanremo, in onda il 7 febbraio su Rai 1, è andato in scena uno sketch davvero esilarante, politicamente scorretto, certo, ma anche di grande ironia, con la Raffaele che imitava la Vanoni e l’Ornella Nazionale che fa il verso a se stessa. Se non fosse stato che l’imitatrice non indossava una maschera, sarebbe stato difficile capire chi delle due fosse l’Ornella vera. Anche quando si mettono a cantare sembrano davvero due gemelle. Identiche.

A Sanremo manca la Vanoni

sanremo vanoni

Ma Ornella in gara quest’anno non c’è: e si sente la sua mancanza. Accanto a Patty Pravo (che di li ha poco ha baciato sulle labbra) e a Loredana Bertè (che ha poi imitato) ci sarebbe stata benissimo. “Non sei in gara anche quest’anno”, le ricorda la Raffaele.

Lei finge di essere spaesata: “2018, 2019, ma è tutto uguale, non è cambiato niente”, ride, d’altra parte noi “navighiamo a vista”, commenta. Poi, rivolgendosi direttamente alla imitatrice che tanto si diverte nel fare la sua caricatura: “Tu mi hai rovinato la vita”, tuona spiritosa, sorprendente, la Vanoni alla Raffaele, che pochi attimi prima se l’era vista all’improvviso apparire sul palco, senza il minimo preavviso. Ma che sorpresa (più per il pubblico che per l’imitatrice e co-conduttrice del Festival di Sanremo accanto a Claudio Bisio e a Claudio Baglioni)!

E lì inizia quello che si sarebbe di lì a poco dimostrato un siparietto davvero simpatico. “Tu mi hai rovinato la vita”, ripete la cantante, abito pantalone rosso, lo stesso modello che ha indossato lo scorso anno quando si è esibita a Sanremo, e capello corto ricciolino e di un arancione sgargiante,

mi hai rovinato la vita facendomi passare per una rimbambita, una rincoglionita, e se tu mi hai fatto come rimbambita il pubblico pensa che lo sono, sono passata anche per una maniaca sessuale. Recedi, stai zitta! E poi peggio che andare di notte quando sei andata da Carlo Conti a fare la mia imitazione e hai fatto una pessima performance, lui ti ha salutato dicendo Ciao Ornella.

Ho passato un anno di inferno! Tutti i tassisti mi chiedevano se fossi stata a Sanremo, sono andata in crisi di identità. Por… Putt… Bast…”. Imbarazzo: la parolaccia, anzi, il triplete di parolacce a Sanremo proprio no! Già stonano quelle nelle canzoni (per fortuna poche), figuriamoci quelle dette da una signora. Ma la Vanoni precisa subito: “Non sono una signora…”, intonando e imitando Loredana Bertè.

Vedere la Raffaele che cerca di arginare il linguaggio colorito dell’Ornella originale è un vero spasso. Poi ecco che le due si uniscono in un sol canto, sulle note de “La gente e me”, non prima che la Vanoni venga apostrofata dalla Raffaele con un buffo “Sembri un cerino”, diventato poi “Sembri un fiammifero, a dir la verità”. “Semmai una Dalia”, precisa la Vanoni mettendosi a girovagare per il palco dell’Ariston sulle note di “La gente e me”che, racconta la cantante, allora fu censurata: “Allora la democrazia Cristiana controllava tutto”. Ne viene fuori un siparietto davvero originale, con la Raffaele più realista del re.

Bacio tra Patty Pravo e Ornella Vanoni

vanoni patty pravo

La Vanoni ha voglia di esserci. Ed è chiaro. Prima, annunciando insieme alla Raffaele l’esibizione di Patty Pravo e Briga, infrange le regole e va ad abbracciare l’amica: “A una certa età si fa quello che si vuole”; poi, congedandosi, ricorda alla Rai di essere “venuta aggratis una volta si gioca ma poi… che non diventi una abitudine” e così tra il serio e il faceto si conclude il siparietto più divertente di questo Festival che neanche se fosse stato scritto sarebbe venuto così bene.

Infine dietro le quinte si scambia con la Patty Nazionale un bacio a fior di labbra. E il web impazzisce: “È stato il momento migliore di questa edizione”, commenta un internauta, “Un festival di vecchi, poi è arrivata la Vanoni”, “Ornella, illuminaci la strada”,  “Una carezza meravigliosa, invidiabile”, rimbalzano su Twitter. Le si perdona anche la parolaccia che si è lasciata sfuggire in diretta.


Vuoi ancora più SoloDonna?

Accedi gratuitamente ai nostri video, news e anticipazioni.

Commenti: Vedi tutto