Sanremo: Renga è un sessista?


Il Festival di Sanremo, come sempre, non è solo una questione di canzoni e di esibizioni, ma anche e soprattutto di polemiche e accuse. E non poteva certo non accadere anche in questa 69° edizione della kermesse canora. Non importa ciò che si dice, purché se ne parli, si diceva, no?!.

renga accuse

E ecco che, dove non arriva Striscia la notizia o dove non ci “mettono lo zampino” i giornalisti che “smascherano” eventuali plagi (l’ultima a cadere nella rete delle accuse è Abbi cura di me, la canzone di Simone Cristicchi, la cui base musicale sarebbe identica alla colonna sonora del film Risvegli, con Robin Williams), ci pensano gli stessi cantanti in gara, che a volte escono con frasi o battute poco felici.

Ultimo in ordine di tempo è Francesco Renga, interprete di Aspetto che torni, che durante l’ospitata al Dopofestival, per giustificare la ridotta presenza di cantanti donne in questa 69° edizione ha citato una teoria scientifica secondo cui

la voce maschile è più armoniosa e bella, quelle femminili belle, aggraziate e giuste sono meno di quelle maschili

Gelo, imbarazzo generale, con Claudio Baglioni che non sapeva più dove guardare.

La reazione della Foglietta

foglietta dopofestival

Dopo la reazione di una delle conduttrici del Dopofestival, Anna Foglietta, che si è smarcata dalla dichiarazione, prontamente è arrivata la precisazione dell’ex marito di Ambra Angioini:

Non è una questione di sesso. La voce maschile all’orecchio umano ha una gradevolezza diversa rispetto a quella femminile, che ha frequenze che all’udito vengono apprezzate solamente quando sono veramente molto speciali

I social si scatenano

I social, naturalmente, si sono scatenati contro l’artista, immediatamente oggetto di critiche e attacchi. Necessario correre ai ripari, la finale è alle porte, inimicarsi una parte importante di pubblico non è il caso. Ma poi, diciamola tutta: ormai non si può davvero dire nulla né esprimere una opinione, se no si è oggetto dei peggiori insulti – se ti va bene – e delle peggiori minacce.

Le scuse e il contrattacco

renga sanremo canta

E così Renga ha chiarito la sua posizione con un comunicato stampa ufficiale:

Ieri nel cercare di esprimere un concetto tecnico mi sono incartato e ho finito per dire una cosa sbagliata. Capita. E me ne scuso. Tengo solo a sottolineare che le donne sono il centro della mia vita e accusarmi di sessismo significa strumentalizzare un’opinione.

Capisco che la polemica è il sale dei dibattiti e mi dispiace di averla incendiata esprimendo male un pensiero. Se dico che per una questione di frequenze una voce femminile sia più rara e per questo anche più preziosa, accetto che ci sia chi non la pensa come me, ma mi ferisce chi va oltre tirando in ballo il sessismo.

Ci tenevo a chiarire perché sul tema uomo/donna, che è decisamente più alto di un dibattito sulle frequenze vocali, non accetto strumentalizzazioni. Spero che le persone in buona fede capiranno che non c’è nulla di più lontano del maschilismo nel mio modo di vedere le cose. Tutto qua

Capitolo chiuso?


Vuoi ancora più SoloDonna?

Accedi gratuitamente ai nostri video, news e anticipazioni.

Commenti: Vedi tutto