Azzurre a Tokyo 2020

Sara Scaperrotta scrive a Niccolò Zaniolo: fai il padre!

19/07/2021

Sara Scaperrotta sta per diventare mamma e decide di scrivere una lunga lettera sui social per il padre del bambino che porta in grembo. Tommaso nascerà senza avere accanto un padre? Lei ci ha provato a coinvolgerlo, ma il calciatore della Roma non ha mani voluto rispondere ai suoi appelli. Ora però la Scaperrotta si augura che…

sara-scaperrotta-1

La ex fiamma di Niccolò Zaniolo sta per diventare mamma e per rendere papà per la prima volta il calciatore della Roma. Tommaso verrà alla luce tra pochi giorni e la futura mamma ha sentito l’esigenza di scrivere un lungo messaggio nelle Instagram Stories. Lo ha scritto al padre del suo bambino, che evidentemente ha molto amato e che spera possa essere un papà per il loro figlio:

La lettera di Sara per Zaniolo

Schermata 2021-07-19 alle 18.11.35 Schermata 2021-07-19 alle 18.11.40


Leggi anche: Chiara Nasti: tatuaggio di coppia con Zaniolo, è amore

“È quasi arrivato il momento. Sono giunta al termine del mio percorso di gravidanza, consapevole che questo sarà solo il principio di quello che sarà il viaggio più bello, emozionante, serio ed impegnativo della mia vita”.

Per la prima volta la Scaperrotta apre le pagine del diario della sua vita e le legge ai suoi follower e al suo ex compagno:

“Non ho mai parlato della mia vita privata, perché come tale ho sempre cercato di proteggere me e il mio bambino. Con questa consapevolezza, dopo mesi di silenzio, ho scelto di chiarire alcune cose, poiché è mio forte desiderio far nascere mio figlio nel clima più sereno possibile, senza lasciare nulla in sospeso”.

Sara non ha alcun dubbio: il suo bambino “è frutto dell’amore di due persone. È stato voluto, cercato, desiderato e la scoperta del suo arrivo è stata celebrata in un clima di gioia condivisa. Poi qualcosa è cambiato, e mi sono trovata di colpo a percorrere questo cammino verso la genitorialità da sola, senza supporto di alcuna natura”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sara Scaperrotta (@sarascape)

La gravidanza è uno stato di grazia, uno dei momenti più belli della sua vita, ma anche di grandi paure, dovute alla mancanza, accanto a sé, di Niccolò, figura su cui avrebbe voluto poter fare affidamento e appoggiarsi nei momenti belli e nei momenti brutti: e che avrebbe voluto presente per il loro Tommaso.


Potrebbe interessarti: Chiara Nasti e Zaniolo storia finita?

“La paura che all’inizio ho provato per via dell’assenza di una figura paterna per il bambino e di un complice con il quale intraprendere questo percorso, presto si è trasformata in un fine dispiacere, anche per le modalità che mi sono state riservate. Non per la bufera mediatica nella quale mi sono ritrovata o per le notizie della sua vita privata che puntualmente mi arrivavano a mezzo stampa, ma perché Nicolò si stava perdendo tutte le emozioni, le scoperte, quel misto di gioia e di spavento, che caratterizzano tutto il periodo della gravidanza”.

Il rammarico di Sara per l’indifferenza di Zaniolo

3a595b20-4acd-11eb-9af8-2ea113103177-1200×675

Ma il suo più grande rammarico è rappresentato dai grandi rifiuti ricevuti da Zaniolo quando lei ha cercato di coinvolgerlo nella vita che si stava formando dentro di lei:

“Per questi motivi ho tentato a più riprese di coinvolgerlo senza avere successo, ogni mio tentativo di contatto è stato vano, bloccando persino i canali social e WhatsApp, ed io mi sono trovata dinnanzi un forte muro comunicativo ed emotivo. Non è mai stata mia intenzione spettacolarizzare questo momento speciale, delicato ed intimo, né farne motivo di lamentela. Il mio unico obiettivo, oggi e sempre, è il benessere di Tommaso, tutelare il suo percorso di crescita e di sviluppo, e fare in modo che abbia sempre una rete di supporto serena e fidata che un domani potrà chiamare famiglia”.

Infine l’augurio che fa a se stessa e all’attaccante giallorosso:

“Spero davvero che i muri vengano abbattuti e che Nicolò trovi finalmente il coraggio di emanciparsi e di far valere i suoi sentimenti, aprendo il suo cuore di padre per godere di tutta la bellezza che deriva dall’essere genitore”.

 

Silvia Tironi
  • Iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Laureata in Lettere
  • Esperta di: TV e Mondo dello spettacolo
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica