Selvaggia Lucarelli critica Diletta Leotta: “Spot sessista”

Cristina Damante
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
11/09/2020

Su “TPI” la giornalista e scrittrice Selvaggia Lucarelli commenta il nuovo spot di scarpe antinfortunistiche con protagonista Diletta Leotta. La Lucarelli esprime perplessità su questa e altre scelte del percorso professionale della Leotta. E dell’ultimo spot sottolinea “il sapore del sessismo anni ’50”. 

diletta-leotta-spot-scarpe-antinfortunistiche

Diletta Leotta è la protagonista dei nuovi spot di un’azienda che commercializza scarpe antinfortunistiche e abbigliamento da lavoro.

La conduttrice sportiva appare nella campagna pubblicitaria ambientata a Milano, pianificata anche su stampa e social.

Lucarelli: la Leotta e la sua carriera

IMG-20200911-112850

Nello spot, a cui è legata una challenge sui social, la Leotta viene soccorsa da un uomo che poi perderà di vista. La conduttrice lancia pertanto un appello a tutti i lavoratori che indossano abbigliamento e scarpe da lavoro del marchio che l’ha ingaggiata per rintracciarlo: “Ragazzi aiutatemi a trovare l’uomo (…), io ti troverò!”.

In un articolo su “TPI”, Selvaggia Lucarelli, responsabile cronaca e spettacoli della testata, pungola la Leotta. Scrive la giornalista e scrittrice:

“Un giorno bisognerà che qualcuno si prenda del tempo e cerchi di comprendere con l’aiuto della scienza il fenomeno Diletta Leotta. Sì, è bona, gioca sulla sua sensualità, ammicca dai social a un certo pubblico, si occupa di sport, tutto quello che volete, ma l’aspetto enigmatico non è questo. Il vero enigma è: perché gestisce così male la sua carriera? E non è una questione di successo. Quello ce l’ha, ma è cosa fa, le scelte che fa e il percorso che ha intrapreso che lasciano sempre perplessi”.

Lucarelli su spot della Leotta: “Sessismo anni ’50”

IMG-20200911-113137

Dopo aver passato in rassegna “programmi brutti, un Sanremo brutto, certa radio brutta, le interviste scialbe, utilizzo deprimente dei social e, soprattutto, delle pubblicità di una bruttezza astrale”, oltre a una serie di pubblicità che hanno già visto protagonista la showgirl, per quanto riguarda, nello specifico, l’ultimo spot per le scarpe antinfortunistiche commenta Selvaggia, con la sua consueta ironia pungente:

“(…) Davvero troppo. Roba che non avrebbe accettato neppure Karina Cascella in tempo di magra. A parte che sponsorizza LEI le scarpe infortunistiche con i tacchi che indossa sui campi da calcio, roba che ogni volta rischia di giocarsi il crociato più dell’attaccante alle sue spalle”.

Ha concluso su “TPI” la Lucarelli:

“Ora, a parte che se cerca ancora il tizio col fondotinta (il lavoratore che la soccorre, ndr) secondo me lo trova al Muccassassina appena riapre, ma la vera domanda è: perché esce dalla vasca da bagno e si infila un giubbotto catarifrangente? E soprattutto: perché per pubblicizzare delle scarpe anti-infortunistiche/abiti da lavoro con uno spot così brutto, con quella musichetta vintage da Dado Star, con quel sapore di sessismo anni ’50, deve infortunare, anzi, importunare, così gravemente noi spettatori?”.