Selvaggia Lucarelli: scontro infuocato con Alberto Zangrillo

11/09/2020

Volano stracci tra Selvaggia Lucarelli e il professor Alberto Zangrillo, medico di fiducia di Silvio Berlusconi. La giornalista colpisce duro

foto-selvaggia-lucarelli-1280×720-1

Selvaggia Lucarelli è una furia. Scatenatissima con il permesso Alberto Zangrillo, medico di fiducia di Silvio Berlusconi, prorettore dell’Università San Raffaele e primario del reparto di anestesia e rianimazione del San Raffaele di Milano. La giornalista non le ha certo mandate a dire al professore. I due si sono incrociati ieri sera in tv: in collegamento lui con PiazzaPulita, programma condotto da Corrado Formigli giovedì 10 settembre su LA 7 e ospite fissa lei, i due hanno avuto modo di dire ciascuno la propria. Argomento? Coronavirus.

Berlusconi Zangrillo

Ma il vero scontro è avvenuto via Twitter. Parlando dell’ex premier Silvio Berlusconi, nei giorni scorsi ricoverato proprio al San Raffaele perché risultato positivo al Coronavirus, Zangrillo ha dichiarato che le conduzioni del cavaliere la scorsa primavera avrebbero reso la situazione molto più complicata di quanto non lo sia ora. Anzi, parole testuali, il medico ha detto: “A marzo o aprile sarebbe morto”.


Leggi anche: Berlusconi ricoverato, le parole del professor Zangrillo

Questo perché? Perché la carica virale rilevata sul tamponi si Berlusconi era altissima. Il fatto che le conduzioni del fondatore di Forza Italia oggi consentano un cauto ottimismo – Berlusconi però dall’ospedale ha comunicato che la malattia è davvero tremenda, pesantissima da affrontare – sta a significare che oggi il Covid-19 è mutato ed è, soprattutto, meno aggressivo.

Lo scontro su Twitter tra la Lucarelli e Zangrillo

Ma queste parole non sono affatto piaciute a Selvaggia Lucarelli che, sulla scia anche di quanto dichiarato in trasmissione da Asia, una ragazza che a marzo ha perso il padre perché non ha un nome e un portafoglio tale da avergli donato un lasciapassare per l’ospedale e le cure, ma è stato lasciato morire in casa, si è indignata sul social network: “Zangrì, facciamo che a marzo intanto Berlusconi avrebbe trovato posto in terapia intensiva, un altro 83enne col caz***”.

Zangrillo Alberto

Il professore ha replicato immediatamente  e senza mezzi termini.

Lei è una donna volgare e cattiva. Lo dico a difesa dei medici e degli infermieri che hanno lavorato al mio fianco, senza sosta per salvare l’ultimo degli ultimi. Dio abbia perdono di Lei

Parole pesantissime alle quali la Lucarelli ha ovviamente risposto a strettissimo giro:

Strano, perché quando mi scrive o mi telefona per cercare di addolcirmi mi chiama ‘gentilissima’. Avrà capito che con me certi tentativi sono clinicamente morti

Silvia Tironi
  • Iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Laureata in Lettere
  • Esperta di: TV e Mondo dello spettacolo
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter