Special 2: la nuova stagione in arrivo su Netflix

20/05/2021

Oggi, giovedì 20 maggio, la seconda stagione di Special, commedia che racconta di un giovane omosessuale disabile, è sbarcata su Netflix. La prima stagione aveva ottenuto enormi successi e anche stavolta la piattaforma di streaming promette di farci rivertete ma anche riflettere!

special-2

Con la magistrale interpretazione di Ryan O’Connell, scrittore del libro da cui la serie “Special” è tratta, oggi Netflix ha regalato al suo pubblico la seconda stagione di uno dei programmi più amati degli ultimi tempi.

L’uomo, infatti, nel 2015 ha pubblicato “I’m Special: and Other Lies We Tell Ourselves”, un libro che con comicità ma anche sensibilizzando il pubblico vuole sfatare una serie di tabù sul mondo omosessuale e su quello della disabilità. Ed oggi la piattaforma di streaming ha voluto farne una serie!


Leggi anche: Netflix 2020: le 10 serie più viste

Special 2: trama, cast e curiosità

1971-hd

Ryan O’Connell si è calato per la seconda volta nei panni di un giovane ragazzo omosessuale affetto da una lieve paralisi cerebrale: se stesso. La storia racconta di come, stanco di essere sempre messo da parte, decide di raccontare una piccola bugia sulla sua disabilità per essere accettato.

O’Connell, in effetti, dopo essere stato investito da un’auto all’età di 20 anni decise di fingere che il suo zoppicare derivasse proprio da quello, e non dalla sua malattia, per evitare di essere deriso e compatito.

Le puntate della seconda stagione, otto come per la prima, non saranno più lunghe 15 minuti ma 30 e sono disponibili da oggi, 20 maggio, per tutti gli abbonati Netflix.

I nuovi episodi saranno come sempre divertenti e dissacranti e racconteranno della ricerca dell’amore (e del sesso) da parte di Ryan che, con il libro da lui scritto prima e con la serie poi, vuole sottolineare, ma sempre con ironia, come la sua vita può essere difficile ma anche incredibile!

“Sono gay e disabile e là fuori è dura per uno storpio”

dice infatti nei primissimi minuti della serie. Insomma, se volete farvi delle sane risate senza perdere di vista l’importanza dell’inclusione questa è la serie per voi!


Potrebbe interessarti: Lucifer 5, seconda parte: data di uscita e programmazione

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica