Storie Italiane: parla Greta Beccaglia, la giornalista molestata in diretta

Cristina Damante
  • Esperta in TV e Spettacolo
01/12/2021

A “Storie Italiane” condotto da Eleonora Daniele su Rai 1, tra gli ospiti dell’ultima puntata, c’era anche Greta Beccaglia, la giornalista di Toscana Tv molestata in diretta sabato scorso dopo Empoli-Fiorentina. Il Questore di Firenze ha stabilito il Daspo per il molestatore. Che ora chiede scusa. 

beccaglia1200

Ospite a “Storie Italiane” su Rai 1, Greta Beccaglia, l’inviata di Toscana TV molestata in diretta dopo Empoli-Fiorentina, ha raccontato i momenti di grande spavento vissuti fuori dallo stadio Castellani.

Al termine della partita ricordata la Beccaglia è stata palpeggiata da un tifoso, Andrea Serrani, 45 anni, identificato e denunciato.

Greta Beccaglia: la molestia subita e i momenti di paura

16382985589784839396200312040196

Ed è stato proprio nel corso della puntata di “Storie Italiane” che Eleonora Daniele ha comunicato la decisione del Questore di Firenze, ovvero Daspo (divieto di accedere alle manifestazioni sportive) per tre anni al molestatore.

Il video della molestia è diventato virale, suscitando rabbia e indignazioni sul web. In molti hanno espresso solidarietà alla giornalista.

Beccaglia ha spiegato di aver avuto paura più che di quei tifosi, di tutte le altre persone che erano attorno e non hanno fatto nulla. Non capiva come potesse essere possibile tutto ciò.

16382985202006095761553164984043

Nel mirino delle critiche è finito anche il conduttore di Toscana Tv, Giorgio Micheletti, per le parole espresse nel momento in cui Greta ha subito la molestia invitandola a “non prendersela”.

Il giornalista è stato sospeso temporaneamente da Toscana TV.

Greta Beccaglia ha voluto spendere parole in difesa del collega.

Lui è stato il primo a credere in lei, ha affermato.

“Purtroppo sono stati resi virali soltanto alcuni secondi, ma dopo il mio collega mi ha difesa. Ha cercato di tranquillizzarmi perché mi conosce”.

La conduttrice Eleonora Daniele, però, è intervenuta con fermezza, dicendo che lei, invece, non giustificava nulla e bisogna smetterla.

Occorre cambiare mentalità, perché a telecamere spente succede ben altro e non si può sorvolare. Il conduttore avrebbe dovuto dire ben altro, secondo la Daniele come per tanti altri, giornalisti e non, che hanno biasimato Micheletti.

Per quanto riguarda le scuse del tifoso, Greta Beccaglia ha detto che le accetta, ma il suo gesto non può passare inosservato. E ha rimarcato che a telecamere spente queste cose accadono a troppe donne.