Striscia la Notizia, Ficarra e Picone l’intervista: “Era l’ora di cambiare”

02/12/2020

Al Corriere della Sera Ficarra e Picone hanno spiegato il loro addio a Striscia la Notizia. Dopo 15 anni per la coppia di comici era tempo di cambiare, cercare nuovi stimoli…

ficarra-e-picone-lasciano-striscia-la-notizia

“Sono trascorsi 15 anni, nel nostro lavoro ogni tanto ci sta di rimescolare le carte. Era venuto il momento. E’ una scelta ponderata, che non è arrivata all’improvviso”. Comincia così la chiacchierata di Ficarra e Picone al Corriere della Sera dopo aver annunciato il loro addio a Striscia la Notizia.

Una decisione quindi che non è arrivata all’improvviso e non riguarda il rapporto professionale con Striscia e nemmeno con Antonio Ricci. “E’ una decisone che è nata e cresciuta nel tempo. Ne discutevamo tra di noi e poi ha preso sempre più forma, con leggerezza, tranquillità e già un briciolo di nostalgia che ci pervade”.


Leggi anche: Striscia la notizia: addio a Ficarra e Picone

Antonio Ricci ha compreso la loro scelta

gabibbo ficarra picone

Antonio Ricci garantiscono Ficarra e Picone “ha compreso la nostra scelta”. Nessun problema con lui, anzi. Antonio per la coppia di comici siciliana “è rimasto un ragazzino incosciente e dispettoso“. Un bel rapporto insomma tra di loro.

“Antonio ci ha fatto sentire fin dal primo giorno che Striscia non era casa sua, ma anche casa nostra. Ci ha fatto sentire sempre importanti. Anche umanamente. Ci ha fatto sentire della famiglia“.

Mai uno scontro con lui. “Tra di noi c’è sempre stato un confronto aperto, libero, sincero, tranquillo, sereno. Ci ha regalato una grandissima opportunità“.

Progetti futuri? Tanti, tutti nel cassetto…

Ficarra-e-Picone2

Al Corsera poi entrambi regalano una fotografia dei loro 15 anno vissuti dietro quel bancone. Per Picone c’è una notizia di particolare importanza: “Aver visto Stefania Petyx andare a suonare il campanello della famiglia Riina a Corleone per chiedere spiegazioni sul risarcimento danni che avevano chiesto sia stata una pagina di televisione e impegno civile importante. Lì c’è tutta l’anima più bella di Striscia”. E per Ficarra?

“Mi viene in mente quando abbiamo fatto come un vero tg, dando in diretta il risultato delle elezioni dell’ultimo scontro tra Prodi e Berlusconi. I tg avevano chiuso senza la certezza dell’esito e noi fummo i primi a darlo…”.


Potrebbe interessarti: Striscia la notizia, Picone Covid positivo

Prossimi progetti? Incredibilmente nessuno. “E’ questa la cosa bella. Abbiamo il cassetto pieno di idee, progetti, sogni, il teatro è sicuramente una forma di espressione che ci piace tanto. Ma per il momento guardiamo il cassetto…”.

Ludovico Merlo
  • Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Esperto in: TV, Spettacolo e Gossip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica