Tale e Quale Show: Lidia Schillaci a Sanremo?

27/11/2020

Al settimanale ‘Gente’ Lidia Schillaci racconta la sua vittoria a Tale e Quale Show, la sua rivincita. Un nuovo inizio dopo tanta gavetta e strada in salita con un sogno grande chiamato Sanremo

Lidia-Schillaci-Tale-e-Quale-Show

Vincere il Torneo dei campioni di Tale e Quale Show per Lidia Schillaci significa tanto. Un traguardo che vale l’opportunità di un nuovo inizio. A Gente la solista del coro di Ballando con le Stelle ha raccontato la sua storia.

“Ho dovuto macinare tanta strada nella mia carriera, percorrere chilometri, con sacrifici e molte porte chiuse sulla faccia. Questo successo mi regala un grande serbatoio di energia

Una vittoria arrivata grazie all’impeccabile interpretazione di Mina, che canta Io e te da soli. Una canzone che descrive con semplicità le emozioni di una donna che viene lasciata. “Chi non ha mai sofferto per amore o non è stato lasciato? La fortuna degli artisti è che possono prendere le cose brutte della vita e trasformarle in positivo, magari cantando una bella canzone”.


Leggi anche: Carlo Conti: torna in tv con “Affari tuoi”?

Lidia da piccola è stata abbandonata dal padre

lidia schillaci

Ci sono stati tanti brutti episodi nella mia vita personale e professionale per Lidia Schillaci che solo l’esperienza di Tale e Quale Show con Carlo Conti ha parzialmente cancellato.

“Mi hanno fatto sentire inadeguata, non all’altezza. Ho subito manipolazioni e violenze psicologiche e sono contenta di poterne parlare e sfogarmi ora che si è appena celebrata la giornata mondiale contro la violenza sulle donne“.

La sua fortuna? Una nonna e una mamma forti che hanno compensato l’assenza del papà. “Quando i miei hanno divorziato – racconta ancora a Gente – avevo 4 anni e lui ha lasciato anche me e mio fratello. In anni recenti abbiamo ricominciato a dialogare, ma la sofferenza per l’abbandono non la elimini”.

Per lei ora un disco da solista e magari Sanremo…

lidia-schillaci-4

Lidia Schillaci non ha solo il talento. Ha un sorriso contagioso, una grande determinazione. Senza quella probabilmente si sarebbe già arresa.

“La prima occasione della mia carriera è arrivata con Operazione trionfo, nel 2002, mi piazzai seconda. Ma avevo solo 18 anni, ero inesperta e ho commesso tanti errori. Poi sono seguiti otto anni meravigliosi in cui ho girato il mondo come corista di Eros Ramazzotti. Sono cresciuta moltissimo accanto a lui, calcando i palcoscenici più importanti”

Però in quasi vent’anni “ho accumulato anche tante delusioni e occasioni perse dove ho pensato di mollare tutto”.  Ora ha ricominciato a sognare. Sognare in grande, Amadeus permettendo:


Potrebbe interessarti: Tale e Quale Show: Carlo Conti vicino ma lontano

“Vincere Tale e Quale Show non è un traguardo ma un inizio. Ora spero di registrare il primo album da solista: ho già molte canzoni pronte, aspetto l’occasione giusta… e poi vorrei andare a Sanremo

Ludovico Merlo
Giornalista professionista
Esperto in: TV, Spettacolo e Gossip
  • Fonte Google News
  • Suggerisci una modifica
    Iscriviti alla Newsletter

    Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter