Temptation Island, Annamaria Laino difende Valeria Liberati

18/01/2021

Le amicizie tra le concorrenti di Temptation Island durano anche dopo il programma, infatti nelle ultime ore la combattiva napoletana Annamaria Laino ha preso le difese di Valeria Liberati. Un profilo fake sembra molestare la Liberati e tante altre donne su Instagram.

foto-annamaria-laino-temptation-island-2020

Annamaria Laino e Valeria Liberati hanno partecipato alla stessa edizione di Temptation Island e sono diventate molto amiche.

Nelle ultime ore la Laino sta difendendo a spada tratta la sua amica per degli attacchi e molestie su Instagram da parte di un profilo, a detta loro, che sarebbe fake. Molto combattiva la donna chiede al fantomatico “Vito Formisano” di farsi avanti e combattere a viso aperto.

Vito Formisano, il profilo che sta attaccando Valeria Liberati

WhatsApp Image 2021-01-17 at 16.28.28

Valeria Liberati ha lamentato più volte di essere stata vittima di bulling on-line, ma questa volta pare che si sia andati oltre, tant’è che la sua cara amica Annamaria si è sentita costretta ad intervenire.


Leggi anche: Temptation Island, Valeria Liberati diventa modella

Annamaria in queste ore, tramite il suo profilo ufficiale di Instagram, sta denunciando i comportamenti di questo utente che, a quanto pare, avrebbe trascorsi simili con altre donne. Sul suo profilo Valeria ha dichiarato che l’uomo avrebbe fatto una proposta lavorativa tramite instagram; le richieste del fantomatico manager sarebbero per un book hard.

Dopo il rifiuto di Valeria alla proposta, l’uomo sarebbe scattato nei suoi confronti con offese e minacce di denunce per la “poca serietà”.

“Lo sento napoletano nel parlare” così dice Annamaria, Vito avrebbe anche mandato dei messaggi vocali molto forti all’ex concorrente di Temptation Island, (ripubblicati dalla stessa). “Fallo venire da me” continua la Laino, intimando all’uomo di essere un vile e piccolo uomo per le sue azioni.

Parte una campagna di denuncia pubblica per questo profilo invitando a denunciare se altre donne, nel tempo, abbiano ricevuto offese dallo stesso soggetto.

Al limite del paradosso l’uomo si sente in dovere di criticare e attaccare la donna per la non serietà, solo per aver ricevuto un legittimo rifiuto. Al giorno d’oggi sono numerose le denunce di donne che si imbattono in uomini che propongono lavori “particolari” e cadono vittime di abusi e ricatti.

La campagna di denuncia di Annamaria Laino potrebbe portare a qualcosa di molto buono, scongiurando la possibilità che questo “manager” faccia cadere nella trappola donne meno esperte e scrupolose di Valeria Liberati.


Potrebbe interessarti: Temptation Island, Valeria Liberati aborto negato: la confessione

Vito Girelli
Suggerisci una modifica