Temptation Island, Bisciglia svela novità della nuova edizione

08/06/2021

Dal prossimo 30 Giugno inizierà la nuova edizione di Temptation Island, andando a colmare il vuoto lasciato dall’isola dei famosi; la nuova edizione del reality delle coppie, tutte non famose, che vedrà nuovamente la conduzione di Filippo Bisiciglia il quale ha fatto delle rivelazioni a riguardo della nuova edizione in arrivo. 

Filippo-Bisciglia-1

Filippo Bisiciglia, dopo moltissimi rumors che lo vedevano lontano dal programma al quale ha dato il volto e la voce negli ultimi anni, è stato confermato al timone di Temptation Island a partire dal prossimo 30 Giugno.

Conclusa l’isola dei famosi, con la vittoria dello youtuber Awed, Mediaset è pronta a riempire le vostre giornate con il reality delle tentazioni che tanto amate. Arrivato ormai all’undicesima edizione che, nel corso degli anni, ha lanciato numerosi personaggi molto noti nel mondo dello spettacolo e della tv.

Bisciglia è tornato a parlare del reality, svelando qualche curiosità sulle logiche dietro la prossima avvincente edizione.


Leggi anche: Temptation Island Il Viaggio le coppie oggi

Filippo Bisciglia parla di Temptation Island

filippo-bisciglia-falo-1

Un’edizione senza Vip questa in arrivo, forse perché dopo un anno di no stop di reality a base di vipponi, il pubblico potrebbe non vedere di buon occhio la presenza di altri personaggi noti.

Filippo Bisciglia, che si definisce un ottimo cupido e consigliere amoroso, è fidanzato da anni con Pamela Camassa e, ipotizzando la sua presenza nello show, ammette di rivedersi di più nei panni di single tentatore.

L’ex gieffino ha commentato Temptation Island 2021 in modo molto “romantico”, mostrando la sua vicinanza al reality:

“Il cuore di Temptation Island sono le parole, non gli sguardi. Specialmente quando un fidanzato o una fidanzata parlano delle famiglie altrui. Non è spalmare la crema che divide la coppia, ma le parole che non hai mai detto, che non hai mai sentito”.

Cosa significa questo in vista della nuova edizione? Tante parole e meno filmati compromettenti?

Vito Girelli
Suggerisci una modifica