Temptation Island, Francesco Chiofalo si difende: “Vi prego, basta!”

15/04/2021

Francesco Chiofalo è ormai un personaggio molto influente sui social network; seguito da quasi due milioni di followers, non sono solamente commenti positivi quelli che lo riguardano. Spesso e volentieri l’ex tentatore di Temptation Island deve difendersi dalle accuse di chi, per diverse ragioni, prova quasi piacere nel criticarlo. Scopriamo qual è stato l’ultimo motivo per cui Chiofalo è stato costretto a chiedere “pietà”.

Schermata-2020-07-14-alle-08.57.39

Mentre in molti continuano a chiedersi se Francesco Chiofalo e Antonella Fiordelisi stiano ancora insieme, lui continua la sua attività da influencer come se non fosse successo nulla.

Impegnato continuamente in promozioni di ogni tipo, dall’abbigliamento ai prodotti di beauty routine, in queste ore Francesco ha lanciato un appello molto sincero a chi continua ad insultarlo.

“Vi prego basta”, ha dichiarato in una storia di Instagram, con il sorriso sul volto ma celando palesemente un leggero malessere. Scopriamo che cosa è capitato al nostro “Lenticchio”.

Francesco Chiofalo criticato nuovamente per l’aspetto estetico

WhatsApp Image 2021-02-03 at 15.28.52


Leggi anche: Temptation Island: Chiofalo contro la Fiordelisi e suo padre

Francesco, nonostante l’aspetto da uomo grande, grosso e muscoloso, è un ragazzo molto sensibile, soprattutto quando si parla del suo aspetto fisico. Recentemente si è sottoposto ad un intervento chirurgico per modificare il suo naso, un elemento del suo viso che non gli è mai piaciuto, causandogli notevole disagio.

In queste ore alcuni followers sono tornati all’attacco, criticando nuovamente il suo aspetto, ossia i suoi capelli che sarebbero cresciuti troppo:

“Ragazzi è pazzesco, sto facendo un tumolo di storie di ogni tipo e in direct mi arrivano messaggi solamente inerenti alla mia acconciatura di capelli. Ho capito ragazzi, non mi piaccio con i capelli lunghi, non mi piaccio nemmeno io con i capelli lunghi. Ho specificato che è per motivi di lavoro e andranno tagliati. Se faccio una storia dove parlo del cielo o di una cosa X. è inutile che commentate con non mi piacciono i capelli lunghi, fai schifo. Tra un mese e mezzo li taglierò, ma vi prego non continuate con questi commenti”.

Accuse riguardo ad un taglio di capelli, soprattutto se pressanti, possono diventare inopportune e pesanti; Francesco ha fatto molto bene a chiedere “pietà” e comprensione, soprattutto se dietro vi è una motivazione lavorativa.

Vito Girelli
Suggerisci una modifica