Tommaso Stanzani racconta la sua prima…

Susanna Minelli
  • Esperta in TV e Spettacolo
02/07/2022

Il ballerino ha voluto celerare il mese del Pride in maniera speciale. Attraverso le parole della madre ha raccontato di quando ha fatto coming out con la sua famiglia a 14 anni: “Tu non uscivi con il nome e allora in modo molto naturale io ti ho detto ‘ma è un ragazzo vero?”.

Tommaso Stanzani racconta la sua prima ….

Nonostante la sua giovanissima età Tommaso Stanzani non ha mai nascosto il suo orientamento sessuale e anche la sua relazione con Tommaso Zorzi è un vero e proprio manifesto dell’amore e della libertà di scelta. E Tommaso, proprio per celebrare il mese del Pride, ha voluto raccontare insieme con la madre ai giornalisti di Vanity Fair la sua prima esperienza amorosa che l’ha portato a fare coming out in famiglia:

Mi ricordo benissimo il giorno che è successo. Sei tornato a casa dalla Coppa di Germania che eri perso, proprio si capiva. Avevi una cotta pazzesca per qualcuno e io da brava mamma curiosa volevo sapere chi era la fortunata. E quindi ho iniziato ad elencarti un po’ tutti i nomi delle ragazze.  Prima quelle italiane, poi quelle della nazionale spagnola, brasiliana, un po’ tutte. Tu non uscivi con il nome e allora in modo molto naturale io ti ho detto ‘ma è un ragazzo vero?’. E tu sei rimasto fermo, sei diventato rosa e rosso e poi dopo l’hai detto e ti sei rilassato. Sì ti sei sgonfiato come per dire ‘ok finalmente abbiamo parlato dell’argomento’.

L’aiuto della famiglia

Tommaso Stanzani racconta la sua prima ….

Stanzani ha deciso di offrire la sua testimonianza come storia positiva per aiutare ancora tutti quei ragazzi e quelle ragazze che si fanno problemi a rivelare il loro orientamento sessuale alle famiglie, anche se riconosce di essere stato molto fortunato personalmente:

Non è che avevo paura o provassi vergogna. Semplicemente ero piccolo, avevo 14 anni ed era davvero la mia prima cotta. Ero una diva già da piccolo comunque era logico che fosse già tutto chiaro per voi. Sono contento della reazione di mia mamma, anche se mi disse che aveva paura per la società. Avendo avuto il supporto dei miei genitori non ho mai avuto problemi ad affrontare il mio orientamento. Se avessi incontrato un muro, per me sarebbe stato difficile essere me stesso.

Insomma una bella storia a lieto fine, che speriamo possa portare speranza a molti …