Uomini e Donne: Alessia Cammarota ferita sfuria e attacca i no vax

22/10/2021

Una ex corteggiatrice di Uomini e Donne è arrivata al limite:Alessia Cammarota, dopo essere stata offesa e accusata di qualsiasi cosa, perde la pazienza e risponde a tutte le accuse ricevute. Una sfuriata in piena regola la sua

Alessia Cammarota uomini e donne

Essere un personaggio famoso o quasi famoso ha i suoi pro e i suoi contro: lo sanno bene i protagonisti di Uomini e Donne che, nonostante non siano Tom Cruise o Ambra Angiolini, si ritrovano vittime di critiche da parte di sconosciuti, critiche che molte volte sono fondate sul nulla o per pura e semplice antipatia.

Questa volta il bersaglio dei tantissimi leoni da tastiera è stata Alessia Cammarota, ex corteggiatrice di Uomini e Donne, classe 1992, che negli scorsi mesi ha dovuto affrontare il lutto di un aborto spontaneo durante la gravidanza del suo terzo figlio.
La ragazza ha vissuto uno stress e un dolore che solo una madre può comprendere e, tutte le critiche arrivate sui social, hanno di fatto aumentato il suo dolore (come se non fosse già abbastanza ferita)


Leggi anche: Uomini e Donne, Alessia Cammarota: prime parole dopo l’aborto

Mi avete rotto il ca**o. Basta farmi sentire sbagliata perché non voglio un’altra gravidanza. Mi fate sentire sbagliata, mi avete fatto sentire ‘non abbastanza’ madre, non al mio posto. Non sono incinta, non lo sarò, fatemi vivere come voglio. Non si augura a una donna a cui è morto un figlio una gravidanza

Il figlio di Alessia Cammarota ha un virus: le critiche

Alessia Cammarota figli

Durante la giornata di ieri, la Cammarota, ha condiviso i suoi pensieri con i follower: una giornata impegnativa visto che uno dei bambini di cui è madre (Niccolò del 2015 e Leonardo del 2017) era stato colpito da un virus intestinale. Con il terrore che potesse essere qualcosa di più grave, si è rivolta al medico competente ma la reazione dei follower è stata come sempre esagerata

Ormai c’è un allarmismo per qualsiasi sintomo, ragazzi vi ricordo che esistono anche altre mille virus, come quello intestinale. Calmatevi. Non ha il Covid, si tratta di un virus intestinale. Facciamo fare ai medici il loro lavoro, noi limitiamoci a fare i nostri lavori, non siamo medici. Se il pediatra ha detto che non c’era bisogno di fare il tampone, non lo abbiamo fatto. Punto

per poi continuare

Non mi sono mai lamentata neanche durante il lockdown, fortunatamente appartengo a una categoria di persone che non hanno il problema di mettere il piatto in tavolo, mi sono sempre sentita molto fortunata. Senza dire nulla, allo stesso modo, appena sono state aperte le vaccinazioni io sono andata. Io credo molto nei medici e nella medicina. Passare per quella che vuole mettere in pericolo il resto delle persone, no. Se proprio volete cambiare la situazione parlate con i No-Vax e non con una mamma che ha solo un bimbo che fa un po’ di popo’ in più”


Potrebbe interessarti: Un Posto al Sole, chi è Vladimir Randazzo, il “nuovo” Nunzio Cammarota

Per poi colpire duro i No-Vax

Sono tutte persone che non mi seguono, eppure mi scrivono. Saranno trapelate queste storie e quindi si stanno rivoltando contro di me ma non hanno capito che io credo fortemente nei vaccini. Per me è un dovere civile, se voi non volete farlo affaracci vostri