Verissimo, anticipazioni oggi 6 novembre: il deputato Alessandro Zan si racconta senza filtri

06/11/2021

Quali storie sentiremo e quali personaggi vedremo sabato 6 novembre a “Verissimo” su Canale 5 alle ore 16.30? Ospiti di Silvia Toffanin saranno Francesco Renga, Carolina Crescentini, Francesca Barra e, direttamente da “Amici”, Veronica Peparini con il compagno Andreas Muller. Il deputato del PD, Alessandro Zan, autore del DDL Zan, si racconterà in un’intervista inedita e personale, senza filtri. 

Alessandro-Zan

Sabato 6 e domenica 7 novembre, alle ore 16.30, torna il doppio appuntamento con “Verissimo”.

Sabato 6 novembre saranno ospiti di Silvia Toffanin Francesco Renga, Carolina Crescentini, Francesca Barra e, direttamente da “Amici”, Veronica Peparini con il compagno Andreas Muller.

Non per parlare di politica ma per raccontare chi e l’uomo dietro al ddl Zan sarà in studio il deputato del Pd Alessandro Zan.

Alessandro Zan parla del suo percorso, dal bullismo al coming out

alessandro-zan


Leggi anche: Verissimo e Beautiful: esclusiva mondiale per i 30 anni della soap

Il deputato Zan si racconta emozionato e senza filtri a Silvia Toffanin. 

Un’intervista personale, che comincia ripercorrendo la sua adolescenza, un periodo delicato in cui ha preso consapevolezza del proprio orientamento sessuale.

Zan racconta che ha conosciuto la paura quando si è reso conto, durante l’adolescenza, che l’omosessualità non era un’opzione possibile nella società in cui viveva.

Capiva che questo non era un aspetto accettato sia in famiglia che a scuola: i suoi compagni facevano battute omofobe e lui doveva nascondersi.

Ai microfoni del talk show, il deputato confessa che ha subito del bullismo: gli davano della femminuccia.

Quando è diventato adulto la sua mente ha rimosso le cose dolorose, ma le parole sono delle pietre che creano ferite, commenta Zan.

Nell’autobiografia appena pubblicata, dal titolo “Senza Paura”, Alessandro rivive uno dei momenti più sofferti della sua vita, ovvero il coming out con la famiglia.

alessandro-zan0508-1630665041

La madre lo ha accolto e gli è stata molto vicina. Col padre, invece, è stata una tragedia.

Lui è cresciuto in una famiglia particolarmente tradizionale, segnato da un’infanzia difficile e cresciuto in un contesto culturale dove l’omosessualità era considerata una malattia.

Quando gliel’ha detto non si sono parlati per mesi.


Potrebbe interessarti: Verissimo, anticipazioni sabato 6 giugno: Ilary Blasi, Melissa Satta e Michelle Hunziker ospiti

Tuttavia dopo le incomprensioni e un percorso del genitore che l’ha portato ad accettare il figlio, alla fine il padre di Alessandro ha cercato di rimediare e gli ha dimostrato tutto il suo sostegno, si è anche impegnato nella sua campagna elettorale.

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica