Azzurre a Tokyo 2020

Verissimo: Ema Stokholma svela la sua drammatica infanzia

20/12/2020

Ema Stokholma ospite di Silvia Toffanin a Verissimo ha raccontato la sua difficile infanzia. Un racconto molto doloroso e toccante che è arrivato al cuore di tutti.

ema-stokholma-verissimo

Tra i fantastici ospiti di sabato 19 dicembre a Verissimo c’era anche la bella Ema Stokholma; la Dj ha raccontato a Silvia Toffanin la sua difficile infanzia segnata dalla violenza della madre. 

Ema ha raccontato alcuni degli episodi di violenza che ha subito e di come la sua vita è cambiata quando a 15 anni ha deciso di scappare dalla Francia e dalla sua aguzzina per venire in Italia. Un racconto molto doloroso e ricco di emozioni, che è riuscito a toccare tutti!

Ema Stokholma: la sua infanzia difficile

e133f0c6-8548-4993-990e-89ccd23ccd92

La Stokholma ha raccontato la sua infanzia segnata da una madre violenta, e da un padre assente. La dj ha iniziato il suo racconto rivelando: “Da quando avevo quattro anni ho conosciuto la violenza fisica. Mia madre mi picchiava e mi diceva cose terribili“. Ema poi ha raccontato uno degli episodi di violenza che accadeva quasi quotidianamente:


Leggi anche: Ciao Darwin 8 anticipazioni: Umani contro Mutanti e Madre Natura

“Cominciava sempre con una doccia fredda, mi metteva nella vasca vestita. Mi colpiva con il pomo della doccia e alcune volte mi teneva con la testa sotto l’acqua. Mia madre mi ha portato su un ponte e mi ha spronato a buttarmi di sotto, poi è passato il libraio e abbiamo fatto finta di niente”.

Le parole di Ema hanno molto colpito la Toffanin che nel corso dell’intervista non ha nascosto il suo stupore e la sua vicinanza alla dj.
Dopo un’infanzia terribile Ema a 15 anni deciderà di scappare dalla Francia e venire in Italia per trovare suo padre:

“Non mi avrebbe fermato nulla, dovevo solo salvarmi. Ho preso un treno da Parigi e la mattina sono arrivata a Roma, lì ho visto il sole. Con mio padre non ha funzionato, sono scappata anche da lì. Ho fatto la cameriera, la modella e ho tirato avanti.”.

Silvia ha poi concluso l’intervista ringraziando la sua ospite e confessando: “Non nego che di storie ne ho sentite tante, ma è stato davvero un pugno nello stomaco perché la mamma è sempre la mamma e dovrebbe essere la persona che più ti protegge. Sei una donna tostissima e ti faccio i miei più sinceri complimenti per come sei”.


Potrebbe interessarti: Verissimo, Silvia Toffanin commuove tutti

Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Esperta in: TV e Gossip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica