Lenti a contatto: come pulirle e mantenerle correttamente

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Gossip, Moda e Design

Come si puliscono le lenti a contatto? Quali sono le cose da fare per una corretta manutenzione? Esistono prodotti specifici? Quali sono i consigli e le avvertenze per fare durare a lungo le lentine?

Lenti a contatto – pulizia e manutenzione

La manutenzione delle lenti a contatto si effettua utilizzando soluzioni che consentono la disinfezione e la buona conservazione delle lenti. Questi prodotti sono molto importanti per la manutenzione quotidiana delle lenti perché proteggono dai depositi di sostanze estranee e dalla formazione di microbatteri, spesso causa di fastidiose infezioni.

Le lenti a contatto, infatti, devono essere risciacquate con queste soluzioni una volta rimosse, in modo da farle mantenere fresche e pulite.

Le operazioni di manutenzione sono semplici ma necessarie per garantire la qualità visiva e prevenire problemi legati alla formazione di depositi o alla presenza di microrganismi. Oggi, per fortuna, esistono prodotti che disinfettano e puliscono le lenti a contatto in poco tempo.

Pulire le lenti a contatto: tutti i prodotti

Lenti a contatto – pulizia e manutenzione

Le soluzioni uniche svolgono più funzioni insieme: sono pulenti, disinfettanti e sciacquanti allo stesso tempo, riducendo il numero dei prodotti da utilizzare. Sono poco ingombranti, pratiche per chi viaggia, facili da usare.

La soluzioni disinfettanti, invece, sfruttano soluzioni chimiche o perossidi che rendono inerti i batteri presenti sulla lente. Nei sistemi chimici, la soluzione deve essere sostituita ad ogni ciclo. I perossidi sono disinfettanti efficaci ma risultano irritanti se vengono a contatto con l’occhio, devono quindi essere neutralizzati dopo il ciclo di disinfezione.

Le soluzioni umettanti, poi, sono quelle utilizzate per migliorare il comfort, per inumidire la lente o per favorire l’eliminazione di corpi estranei intrappolati sotto di essa. Risultano particolarmente utili quando si trascorrono lunghi periodi in ambienti secchi, iperriscaldati o con aria condizionata.

Ci sono poi saponi specifici che vanno utilizzati giornalmente per eliminare batteri e depositi che possono aderire alla superficie della lente a contatto. La pulizia e il risciacquo della lente sono essenziali per evitare che i depositi interferiscano con la disinfezione.

Le soluzioni saline o risciacquanti, invece, vanno utilizzate prima di indossare le lenti a contatto, per risciacquarla (appunto) ed eliminare residui di soluzioni disinfettanti. La composizione della soluzione salina è simile a quella delle lacrime: è isotonica e il suo ph è neutro.

Le pasticche enzimatiche, invece, possono essere disciolte in soluzione salina, perossido e o soluzioni uniche, rimuovono i depositi proteici che vengono eliminati con i pulenti. In genere il trattamento enzimatico viene fatto una volta a settimana.

Lenti a contatto – pulizia e manutenzione

Per un corretto uso delle lenti a contatto, però, ricordate che vanno sostituite sempre entro il periodo indicato sulla confezione; se provocano fastidi o arrossamenti, invece, bisogna rimuoverle subito e far riposare gli occhi.