Balenciaga: dopo lo scandalo aperta la causa

Arianna Preciballe
  • Laureata presso il NID - Nuovo Istituto Design

Balenciaga continua ad essere al centro dell’attenzione; e non di certo per motivi positivi. Dopo lo scandalo che ha portato  il brand ad essere accusato di abuso sui minori, la casa di moda ha deciso di intraprendere un’azione legale contro…

Balenciaga fa causa alla società di produzione

Dopo le polemiche social, che hanno accusato Balenciaga di aver pubblicato immagini troppo forti legate ai bambini, e la presa di posizione di Kim Kardashian, il brand con a capo Demna Gvasalia ha deciso di scusarsi pubblicamente.

Vorremo affrontare le controversie che circondano le nostre recenti campagne pubblicitarie. Condanniamo fortemente l’abuso su minori; non è mai stata nostra intenzione includerlo nella nostra visione. Le due distinte campagne pubblicitarie in questione riflettono una serie di gravi errori di cui Balenciaga si assume la responsabilità.

si legge in un comunicato rilasciato dal brand, che ha voluto chiarire le cose in merito alla campagna della collezione regali.

La campagna ha presentato bambini con sacchetti di orso di peluche vestiti in quelli che alcuni hanno etichettato outfit ispirati al bdsm. Le nostre borse di peluche e la collezione regalo non avrebbero dovuto mostrare bambini. Questa è stata una scelta errata, combinata al nostro fallimento nella valutazione delle immagini.

ha continuato il marchio che, invece, in queste ore ha fatto sapere di aver deciso di internare una causa contro la società di produzione North Six, Inc. e il suo agente, Nicholas Des Jardins, responsabile del set delle campagne.

Balenciaga: cosa c’è dietro gli scatti con i bambini?

Balenciaga fa causa alla società di produzione

Secondo Balenciaga, la colpa degli “atti e omissioni inspiegabili” sarebbe da imputare alla società che si è occupata della campagna pubblicitaria incriminata e a Des Jardins, che sarebbero stati “malevoli o, perlomeno, eccessivamente spregiudicati”. Balenciaga, perciò, vorrebbe ottenere un risarcimento per gli ingenti danni da loro causati.

Il brand sostiene che all’interno degli scatti fotografici sarebbero stati inclusi a sua insaputa e senza autorizzazione  “alcuni documenti nelle fotografie della campagna”, tra cui un estratto della sentenza della Corte Suprema del 2008 nella causa U.S. v. Williams, quello che appare negli scatti della collezione Adidas x Balenciaga.

I membri del pubblico, compresi i media, hanno falsamente e orribilmente associato Balenciaga con il ripugnante e profondamente inquietante oggetto della decisione del tribunale.

ha fatto sapere il brand, indignato per i danni derivanti da questa falsa associazione che sarebbero “non inferiori a 25 milioni di dollari”.

I fotografi delle campagne incriminate, tuttavia, non sono stati citati nella denuncia. Come finiranno le cose?