Black Friday, cos’è? Origine e significato

Il Black Friday è una delle campagne di Marketing più riuscite di questi anni, ma perchè si chiama così? Il nome ha origine dalla tradizione americana, ma i natali di questo nome non sono del tutto chiari.

Black, Friday

Lo scorso venerdì gli store online sono stati presi d’assalto per i numerosi sconti del Black Friday. Ti sarai sicuramente chiesto il perchè di questo nome e le sue origini. Te le spieghiamo noi!

Il Black Friday americano

i-love-shopping-film-isla-fisher-kjxE-U435101019497101qY-1224×916@Corriere-Web-Sezioni-593×443ù

Originariamente il termine Black Friday indicava il venerdì successivo al Thanksgiving day, ossia il giorno del ringraziamento. Nella cultura americana, il giorno del venerdì nero è l’inizio ufficiale del periodo natalizio e, di conseguenza, anche del relativo shopping. Nel 1924, il giorno successivo al Ringraziamento, la catena americana Macy’s, organizzò una parata per promuovere gli acquisti.


Leggi anche: Black Friday moda 2020: marche, negozi e cosa comprare

Nonostante per gli americani la settimana del Black Friday sia un momento di shopping già da tempo, nel 2013 il fatturato in un singolo giorno fu di circa 56 miliardi di dollari negli USA, le leggende metropolitane nate da questo termine e sul suo significato sono diverse, vi sveliamo le più bizzarre-

Le leggende metropolitane del Black Friday

Legend

Black Filadelfia: Una delle teorie più assurde vede nel termine black il concetto di “assembramento”, parola che oggi ci fa pensare a ben altro. Eppure secondo la leggenda le strade della città di Filadelfia arrivavano ad essere così congestionate da creare un ammasso di auto nere lungo il tratto autostradale.

Giorno di vendita degli schiavi: Il termine Black, secondo altri, indicherebbe il colore della pelle degli schiavi che venivano venduti ad un’asta pubblica nelle piazze del paese. A rendere tale leggenda metropolitana più credibile sono stati nel 2014, la cantante Toni Braxton e il cestista Jr Smith, pubblicando sui loro profili social meme a riguardo. Nonostante possa sembra coerente con la storia dello schiavismo americano, non ci sono fonti storiche salde a riguardo e, per quanto ciclicamente la leggenda torni su internet, non possiamo essere minimamente certi della fondatezza storica.

Venerdì nero di malattia: Secondo un’altra storia bizzarra, i commercianti americani, pur di allungare le loro vacanze si davano malati per tenere chiuse le attività. Questa leggenda è una delle più note in America, insieme alla leggenda di Filadelfia.


Potrebbe interessarti: Bacio: il linguaggio segreto e il suo significato

Da Leggenda a Campione di Incassi

Marketing

Ma come siamo passati dal renderlo una leggenda ad una strategia di Marketing perfettamente riuscita? La risposta è a metà strada tra mito e realtà.

Come già detto, il Black Friday era già noto come la settimana di acquisti pre-natalizi, ma è grazie alle numerose leggende a riguardo che la sua reputazione è cambiata. Nonostante negli anni ’60 si provò a cambiarne il nome in “Big Friday“, la sua notorietà era già troppo grande e di fatto serviva una nuova storia per riabilitarne il nome e la reputazione: fu così che venne inventata una storia semi-vera.

La storia inventata dai commercianti narrava del black friday come il momento storico in cui, dopo giorni persi ad annotare perdite con inchiostro rosso sui libri contabili, si passava ad annotare incassi con inchiostro nero.

La storia architettata a tavolino riuscì a sollevarne le sorti, infatti dal 2003 è il venerdì successivo al ringraziamento a dominare le classifiche degli acquisti, a scapito dei giorni pre natalizi.

Adesso bisognerà aspettare qualche giorno per vedere se il Black Friday è riuscito a risollevare le sorti della nostra economia nonostante la situazione globale di estrama crisi. E per i ritardatari a seguire ci sarà il Cyber Monday, ossia giorno degli sconti sull’elettronica previsto per Lunedì 30 Novembre.

Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter