Crocs-mania: quando il “brutto” diventa un must-have

Da quando è iniziata la pandemia anche il mercato della moda si è dovuto adattare. Come? Spingendo su un abbigliamento comodo, adatto per stare in casa. Ecco spiegato l’incredibile successo delle Crocs!

priyanka

Chi l’avrebbe mai detto, quando hanno fatto il loro debutto oltre 15 anni fa, che ad oggi quei sandali in resina schiumosa sarebbero diventati così famosi?!

Eppure questi strani zoccoli che, diciamocelo, o si amano o si odiano, hanno venduto centinaia di milioni (sì, avete capito bene!) di pezzi.

Complici anche la pandemia degli ultimi mesi e le collaborazioni con i brand di lusso, poi, soprattutto di recente le vendite per Crocs sono davvero schizzate alle stelle. Ormai non si tratta più di semplici ciabatte, ma di calzature alla moda!

Crocs: le calzature più cool del momento

XJMSNmMXHbFtkP4qUP6ldpa1yWi6fiP8


Leggi anche: Collant: come sceglierlo. Consigli e modelli

Ammettetelo: anche voi, nonostante uno strano senso di rifiuto, avete pensato almeno una volta di acquistare un paio di Crocs. Sarà per la comodità che ispirano, sarà perché ultimamente le vediamo sempre più spesso in giro? Chissà!

Eppure è un dato di fatto che negli ultimi anni, nonostante sia ancora pieno di “detrattori” che ribadiscono che non le indosserebbero mai, nemmeno per andare a pulire i bagni di un autogrill, l’azienda ha visto salire il prezzo delle azioni a livelli mai visti prima.

Solo nell’ultimo trimestre, chiuso il 30 Settembre, Crocs ha registrato un aumento degli utili pari al 73,5%, con un utile netto di 61,9 milioni di dollari.

“Abbiamo ottenuto ricavi e utili per azioni record nel terzo trimestre nonostante le sfide presentate dalla pandemia globale di Covid-19. La nostra straordinaria performance e la forte generazione di flussi di cassa dimostrano la forza del marchio Crocs e dell’offerta globale dei suoi prodotti. Sono estremamente orgoglioso di come abbiamo agito come team e sono entusiasta per il nostro futuro” ha detto il CEO Andrew Rees. 

Insomma, è questo il futuro della moda? Sembrerebbe proprio di sì. State già cercando il modello per voi su internet, vero?

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica