Fashion Week Milano: trucchi e consigli

Arianna Preciballe
  • Laureata presso il NID - Nuovo Istituto Design

In occasione della Fashion Week, l’evento di moda più esclusivo del settore, due delle nostre redattrici sono partire verso Milano, in cerca di scoop e incontri con i personaggi di cui di solito vi raccontiamo su SoloDonna.it. Tornate appagate dalla bellissima esperienza, così, hanno deciso di raccontare a tutti voi della loro avventura, regalandovi anche qualche consiglio su come vivere la settimana della moda e su come beccare i vostri personaggi preferiti! 

Fashion Week 2022: la nostra guida

Se seguite i nostri social, sarete di certo a conoscenza dell’esperienza che io e la mia collega Camilla abbiamo vissuto negli ultimi giorni. Inviate alla Fashion Week nelle vesti di “giornaliste d’assalto“, siamo partire martedì 20 settembre, con un treno che ci ha fatte arrivare a Milano alle 12.15, cariche di bagagli e anche aspettative.

La capitale italiana della moda ci ha accolte subito con un clima piacevole e così, dopo esserci recate in albergo e aver pranzato, abbiamo preso la metro: direzione centro.

Il Duomo, come sempre, ci ha lasciate senza fiato, anche se i piccioni hanno reso difficile attraversare la piazza, così tanto  affollata di volatili che viene da chiedersi come facciano i divi milanesi e le signore ben vestite che passeggiano per la città a sopportarli.

Dopo un ottimo (anche se costosissimo) caffè, con il microfono in mano ci siamo avventurate nella Galleria Vittorio Emanuele, simbolo di moda, eleganza e sopratutto lusso. Come previsto è stato facile trovare gente vestita benissimo e anche i personaggi “strani” di cui volevamo parlarvi e che trovate sui nostri social.

Turisti stranieri, milanesi doc e persino celebrities si sono prestati alle nostre interviste, raccontandoci com’è vivere Milano durante la Fashion Week e svelandoci i dettagli dei loro outfit più alla moda.

Trucchi e consigli per la Fashion Week Milano

Fashion Week 2022: la nostra guida

Con le scarpe eleganti nella borsa (il cambio “elegante” è essenziale, è la prima cosa che abbiamo imparato), poi, ci siamo vestite bene e abbiamo raggiunto la Rinascente, ormai simbolo di Milano quasi quanto la famosa cattedrale.

Ad accoglierci, nell’area Annex del palazzo dedicato allo shopping, il party di Salvatore Vignola a cui eravamo state invitate! Lui, classe 1991, è uno degli stilisti emergenti più apprezzati del momento e ci ha regalato una serata passata tra musica dal vivo, calici di Franciacorta e le sue meravigliose creazioni, nonché la possibilità di cominciare ad ambientarci in quel mondo che nei giorni successivi ci avrebbe trasportato.

Dopo una rifocillante cena, una dormita ristoratrice e un altrettanto necessaria colazione, poi, il giorno dopo ci siamo rimesse in marcia.

La prima sfilata a cui abbiamo partecipato è stata quella firmata Diesel, all’Allianz Cloud. Ancora inesperte ma pronte a scovare vip e personaggi famosi, ci siamo subito buttate nella mischia, sempre tenendo gli occhi ben aperti in cerca di scatti da non perdere.

Fashion Week 2022: la nostra guida

Abbiamo incontrato Paola di Benedetto, Mahmood, Valentina Ferragni, Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez, Bianca Balti e tanti altri; abbiamo anche cominciato a conoscere gente che faceva il nostro stesso lavoro, fotografi e video maker, ma anche persone in cerca del successo.

Come Milano e i tanti personaggi che gli gravitano intorno insegnano, infatti, in una città del genere, soprattutto se nel corso della settimana della moda, farsi notare può essere il giusto (e necessario) trampolino di lancio per diventare qualcuno.

Ecco, infatti, che per le vie intorno all’evento incominciavano a spuntare ragazzi e ragazze “comuni” in cerca di visibilità, influencer in erba che, invece che dal minivan dai vetri oscurati, uscivano dai taxi e altra gente vestita come se dovesse sfilare in passerella ma che, in realtà, non era nemmeno inviata all’evento.

Fashion Week 2022: la nostra guida

Per fortuna nostra, però, tutti, Vip e Nip, son stati disponibilissimi e ci hanno permesso di fotografarli, intervistarli e seguirli durante il pre e il post sfilata. Questa è la seconda cosa che abbiamo imparato: tutti loro hanno bisogno di tutti noi.

Dopo Diesel siamo volate da Fendi (in metro, s’intende). La fila fuori dal palazzo in via Andrea Solari ci ha inizialmente spaventato ma, subito, abbiamo giocato d’astuzia.

Una di noi si è piazzata davanti l’uscita principale, l’altra lungo il tappeto steso a terra che conduceva gli invitati fuori dall’evento. Questa è la terza lezione: se volete riuscire ad avvistare vip e influencer vi conviene non essere da soli ma, appunto, posizionarvi insieme a qualcun altro in zone strategiche. È così che abbiamo ottenuto bellissime foto, video e persino selfie.

Quel giorno, da cui ad oggi sembra passata una vita per quanto intensa è stata la nostra avventura, abbiamo pranzato alle 16 e anche se volevamo rilassarci un po’ prima di recarci da Cavalli, sfilata che ci attendeva la sera, abbiamo passato la pausa a chiacchierare con alcuni fotografi incontrati in piadineria, che ci hanno consigliato di non perderci lo show di Alberta Ferretti. Navigatore alla mano, così, siamo tornate in centro.

Fashion Week 2022: la nostra guida

Non sottovalutate mai un fashion show perché, come successo a noi, può riservare moltissime sospese; non pensate mai, inoltre, di non riuscire a fare in tempo a fare tutto. L’adrenalina che Milano e i suoi fashion show regalano vi darà un’enorme mano; a noi ha regalato Sara Sampaio e Alessandra Ambrosio! 

Dopo scatti rubati in strada, altri selfie e foto di persone che non avremmo mai pensato di incontrare, ci siamo spostate da Roberto Cavalli, che aveva organizzato uno sfilata in zona Navigli.

Milano Fashion Week: come incontrare i tuoi vip preferiti!

Fashion Week 2022: la nostra guida

Come detto poco fa, c’è sempre tempo per infilare un evento dell’ultimo minuti nella vostra fitta rubrica di appuntamenti. Nelle sfilate, infatti, ci sono due momenti che contano davvero, almeno per chi sta furi in cerca dei suoi personaggi famosi: l’entrata e l’uscita.

Nel calendario ufficiale trovate l’orario dell’inizio della sfilata, ma ricordate che è sempre molto relativo. Vi conviene infatti arrivare prima, sia per trovare la posizione migliore in cui godere dell’arrivo dei personaggi conosciuti, sia perché c’è anche chi, forse per evitare troppi sguardi indiscreti, arriva in anticipo.

Allo stesso modo, poi, ci sono anche quelli che, per via degli eventi in concomitanza o per semplice scelta personale, si infileranno dentro la location un secondo prima che le porte chiudano. La quarta lezione, insomma, è proprio questa: se la sfilata è programmata, ad esempio, dalle 15 alle 16, sappiate che vi impegnerà dalle 14 alle 17… Almeno!

Anche l’uscita dei vip è molto importante. Potrete per esempio scorgere qualcuno che prima non avevate notato o incontrare chi, all’inizio, non si era voluto far vedere.

Il secondo giorno a Milano, che come gli altri abbiamo documentato in alcuni video sui nostri profili social, è cominciato con una sfilata che sapevamo sarebbe stata difficile.

Fashion Week 2022: la nostra guida

Partite presto dall’albergo, dopo numerosi cambi e fermante siamo arrivate alla Fondazione Prada, luogo dove si sarebbe tenuto dell’evento della casa di moda italiana.

L’ingresso era accerchiato da fotografi, giornalisti, invitati meno famosi e aspiranti influencer giunti sul posto per farsi immortalare insieme alle star. La posizione del palazzo, però, impediva ai più curiosi di avvicinarsi ai personaggi più importanti.

Le migliaia di persone in attesa di vedere il proprio preferito, infatti, erano tenute a distanza da numerose transenne e da decisi membri della sicurezza, che tra urla e velate minacce cercavano di mantenere tale la privacy degli ospiti. Siamo riuscite a fare qualche foto interessante e anche alcuni video; l’esperienza, però, è stata davvero unica e per quella non si sono state transenne o bodyguard che potessero scoraggiarci.

Fashion Week 2022: la nostra guida

Moschino e GCDS, invece, ci hanno regalato una grande selezione di ospiti. Per la prima sfilata, tenutasi a Palazzo del Ghiaccio, era stata allestito un corridoio che passava in mezzo al pubblico e così, dopo l’ennesimo (veloce) pranzo alle 4 del pomeriggio, anche noi abbiamo potuto assistere all’arrivo di Giorgia Soleri, Cecilia Rodriguez, Chiara Ferragni, Giulia Guadino e persino J Balvin!

Fashion Week Milano: trucchi e consigli

Anche qui la tecnica del dividersi è stata fondamentale ma grazie a questo fashion show abbiamo anche imparato la lezione numero cinque: faccia tosta.

Fashion Week 2022: la nostra guida

Se vedete il vostro vip preferito, il cantante del vostro cuore o l’influencer che amate tanto, il nostro consiglio è quello di buttarvi. Chiedete selfie, salutate e chiamateli per nome; per voi sarà strano e vi sembrerà di essere assillanti, loro invece so abituati e probabilmente gli farà anche piacere. Evitate di toccarli ed essere molesti, certo, ma provare a stabilire un contatto non costa nulla; noi abbiamo fatto un vero e proprio servizio fotografico persino a Myss Keta!

Fashion Week 2022: la nostra guida

Fomentate dal “successo” che stavamo avendo, io e Camilla siamo partite cariche anche il quarto giorno, che per noi è  cominciato alla Bocconi, location scelta da Missoni per la sfilata P/E 2023.

Volete sapere come è andata e conoscere altri “segreti del mestiere”? Non vi resta che continuare a seguirci; domani uscirà la parte due di questa “guida” alla Settimana della Moda!