Gucci: Alessandro Michele lascia la maison per aprire un suo brand?

Arianna Preciballe
  • Laureata presso il NID - Nuovo Istituto Design

Cosa sta succedendo nella moda? Il fashion system, di recente è stato sconvolto dall’addio a Gucci di Alessandro Michele, che dopo anni ha lasciato la famosa casa di moda fiorentina. Ma quale sarà ora il destino del brand? E quale quello del designer?

Venerdì 25 novembre, Alessandro Michele ha compiuto 50 anni. L’uomo, però, solo pochi giorni prima di arrivare a soffiare le candeline ha detto addio al brand che per anni lo ha visto regalare al mondo grandi pezzi di moda e design, Gucci.

Ci sono momenti in cui le strade si separano in ragione delle differenti prospettive che ciascuno di noi può avere. Oggi per me finisce uno straordinario viaggio, durato più di venti anni, dentro un’azienda a cui ho dedicato instancabilmente tutto il mio amore e la mia passione creativa.

ha fatto sapere l’uomo, rivelando la sua decisione di lasciare il ruolo del Direttore Creativo di Gucci, che ricopriva dal 21 gennaio 2015.

In questo lungo periodo Gucci è stata la mia casa, la mia famiglia di adozione. A questa famiglia allargata, a tutte le singole persone che l’hanno accudita e sostenuta, va il mio ringraziamento più sentito, il mio abbraccio più grande e commosso. Insieme a loro ho desiderato, sognato, immaginato.

ha continuato l’uomo, augurando alle persone che gli sono state accanto in questi anni di continuare a vivere delle proprie passioni.

La domanda che si fanno tutti, però, è una: cosa succederà adesso a Michele?

Alessandro Michele: qual è il suo destino?

L’addio di Alessandro Michele a Gucci ha sollevato curiosità e scatenato supposizioni sul brillante designer che per anni ha guidato la casa di moda del gruppo Kering.

Secondo qualcuno dietro a tale separazione ci sarebbe un po’ di maretta, forse dovuta (come suppone “Linkiesta”) ai “risultati economici non all’altezza delle aspettative”; altri pensano invece che l’uomo abbia intenzione di aprire un suo brand!

Nel mondo del fashion, in effetti, il designer ha davvero riscritto la storia e di certo se fondasse una sua casa di moda sarebbero in molti a seguirlo; c’è però anche chi lo vede alla guida di un’altra maison: si è parlato soprattutto di Balenciaga e Chanel.

In merito a quest’ultimo brand, i ben informati parlando di un pò di scontentezza nei confronti di Virginie Viard, subentrata al compianto Karl Lagerfeld. Non ci resta che attendere…