Hermes: la prima borsa nata dai funghi

Nel clima di una moda che punta sempre di più alla sostenibilità Hermes ha deciso i dare vita ad un’innovativa versione della borsa “Victoria”. La nuova handbag, infatti, è stata realizzata in Sylvania, un materiale derivato dai funghi nato grazie ad un processo messo a punto da MycoWorks.

Schermata 2021-03-23 alle 14.14.01

Giorno dopo giorno sono sempre di più i brand che si ingegnano per avere il più basso impatto ambientale possibile sul mondo. L’industria del fashion, infatti, è quella che inquina più di tutte e quindi aziende e case di moda, soprattutto in questi anni, stanno cercando di impegnarsi per risolvere il problema.

Lo sa bene Hermès che, anche per ovviare all’utilizzo della pelle di animale, ha deciso di proporre una particolare versione dell’iconica borsa Victoria.

La maison francese, infatti, si è alleata con l’azienda californiana MycoWorks e, sfruttando il processo brevettato chiama “Fien Mycelium”, ha creato un tessuto nato a partire dai funghi!


Leggi anche: Chiara Ferragni: ciabatte da 800 euro e borsa da 14mila euro

Hermes: i funghi diventano borse

mushroom-leather-bag

Hermès è uno dei marchi più famosi al mondo e la sua storia, cominciata ormai quasi due secoli fa, è stata caratterizzata da una serie di “it bag” che ancora oggi sono tra gli oggetti più desiderati al mondo.

Uno dei pezzi più famosi del marchio è la borsa “Victoria”, il cui prezzo si aggira intorno ai 5000 euro! Oggi, però, la maison parigina ha deciso di proporre una nuova versione della hand-bag, in cui la pelle viene sostituita dalla Sylvania.

Si tratta di un materiale naturale davvero innovativo, composto dal Reishi, brevettato dell’azienda californiana MycoWorks. Dopo essere stato conciato negli atelier di Hermès questo materiale diventa una pelle ecologica, resistente e duratura e morbidissima al tatto, che non ha nulla da invidiare a quella vera!

Il colore leggermente ambrato, poi, è davvero simile alla pelle e trasmette eleganza e versatilità. Il modello dovrebbe essere disponibile entro fine anno ed è il culmine di una collaborazione tra Hermès e MycoWorks che dura ormai da tre anni.

“Non potevamo immaginare un partner migliore di Hermès per presentare il nostro primo oggetto realizzato in Fine Mycelium. Hermès e MycoWorks condividono valori comuni di artigianato, qualità, innovazione e pazienza”.

ha raccontato Matt Scullin, CEO di MycoWorks, che vede questo come l’ennesimo passo verso un futuro più green anche nel mondo della moda!


Potrebbe interessarti: Una Vita, anticipazioni dal 30 marzo al 5 aprile: Celia muore?

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica