Louis Vuitton: le sneakers con (RED) per combattere l’Aids

La maison francese guidata da Virgil Abloh ha annunciato una collaborazione con (RED). Si tratta dell’organizzazione fondata nel 2006 da Bono e Bobby Shriver che ha come obbiettivo la lotta all’Aids.

VuittonAG21561Adb984000x-n1jiztjf6mld12ip0bmiet.jpg-3

Le LV Trainer hanno fatto il loro esordio nella Primavera-Estate del 2019 e da allora sono uno dei modelli di punta tra le sneakers della Maison.

Disegnate da Virgil Abloh, l’ultima versione, si arricchisce però si un motivo in più per acquistarle. Per ogni paio di LV Trainer venduto, infatti, verranno donati 200 dollari al Global Fund per la lotta all’Aids sostenuto da (RED), associazione che si impegna, appunto, nella lotta contro l’Aids.

LV Trainer: l’Aids si combatte con le scarpe

VuittonAG21561Adb984000x-n1jiztjf6mld12ip0bmiet

Per questa nobile collaborazione il modello si veste dell’ormai iconico monogram in un rosso brillante, a contesto con il bianco della pelle. La calzatura, poi, presenta dettagli in rilievo come il logo LV sul lato dei lacci e i fiori, incorporati lateralmente nella suola.


Leggi anche: Louis Vuitton: lo strano invito alla sfilata 2021

Ispirate alle calzature da basket anni ’90 queste calzature sono completamente realizzate in Italia, nella Manufacture de Souliers Louis Vuitton di Fiesso D’Artico, nella Riviera del Brenta.

Gran parte dei ricavi delle vendite andrà all’organizzazione no profit fondata dal frontman degli U2 Bono Vox e dall’attivista americano Bobby Shriver. (RED) garantisce che la ricerca continui, ma anche cure e prevenzione riguardanti l’Aids.

L’associazione ad oggi ha generato 650 milioni di dollari per il Fondo globale, impegnandosi anche sul fronte della pandemia di Coronavirus, che rischiava di influire negativamente sui servizi sanitari delle comunità più vulnerabili.

Da oggi le trainer sono disponibili online!

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter