Saint Laurent: cortometraggio thriller della nuova collezione

Dopo la sfilata digitale ambientata nel deserto Anthony Vaccarello, direttore creativo di Saint Laurent, ha deciso di rivelare la seconda parte della nuova collezione Estate 2021 con un corto pieno di suspense e atmosfere suggestive.

maxresdefault

Anthony Vaccarello, stilista belga che dal 2016 è a capo di Saint Laurent, ha rilasciato alle 15 di ieri pomeriggio un corto per svelare la nuova collezione Estate 2021.

Si tratta di un thriller diretto da Gaspar Noé, che il brand aveva già scelto per il mockumentary “Lux Æterna”, facente parte del progetto artistico Self, acclamato durante il festival di Cannes del 2019.

Nei giorni scorsi sugli account social dell’azienda erano stati via via rivelati degli spezzoni del corto che svelavano la presenza di alcune delle modelle più vicine alla casa di moda come Mica Argañaraz, che è apparsa fasciata in una tutina in maglia decorata con piume di struzzo.


Leggi anche: Yves Saint Laurent: collezione primavera-estate 2021

Nelle ultime ore, invece, è stato rilasciato il “film” definitivo, che nei 7 minuti di durata svela l’interessante collezione già presentata tramite una sfilata nel deserto, poche settimane fa.

Saint Laurent: “Summer of ’21”

Schermata 2020-12-30 alle 23.23.39

Puntale alle ore 15 sul profilo Instagram di YSL è apparso il tanto atteso cortometraggio, pieno di suspence e tinte noir, è accompagnato da una colonna sonora le cui musiche spaziano da quelle del produttore SebastiAn a Giorgio Moroder, passando per Donna Summer.

L’atmosfera è tesa, quasi angosciante ma allo stesso tempo ipnotica, scandita dal rumore di respiri ansimati e squilli vintage di un telefono a filo. Grazie anche a sporadiche e spaventose grida, poi, tutto ricorda il genere thriller che tra giardini bui e ombre minacciose si fonde con i misteri del genere giallo.

Il tutto è arricchito dal tipico stile tanto caro a monsieur Yves Saint Laurent, fatto dei marmi, i velluti e i broccati dell’arredamento che si mescolano ad abiti lunghi e semitrasparenti, decorazioni di piume, shorts e mini dress.

Oltre alle top model Anok Yai e Mica Argañaraz c’è anche Clara Deshayes, vero nome della dj Clara 3000. C’ spazio anche per Charlotte Rampling, ormai 74enne ma icona della trasgressione negli anni ’70 e ancora ricercatissima dagli stilisti.

Insomma, qualcosa che non si dimentica facilmente.

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter