Azzurre a Tokyo 2020

The Weeknd al Super Bowl: la storia della giacca di Givenchy

Per l’esibizione di The Weeknd di ieri al Super Bowl il look del cantante era firmato Givenchy Couture. Matthew M Williams, che ha disegnato personalmente il completo e soprattutto l’iconica giacca rossa, ha raccontato la storia dietro all’outfit in un’esclusiva intervista a Vogue! 

-esibizione-weeknd-super-bowl-spettacolo-o3vb

L’intervallo del primo tempo del Super Bowl quest’anno è stato riempito da una indimenticabile interpretazione di The Weeknd, cantante e produttore discografico canadese.

Sembra che l’uomo abbia speso personalmente ben 7 milioni di dollari per dare vita ad un’esibizione che fosse esattamente come la voleva lui, con tanto di ballerini che lo hanno accompagnato con i volti bendati, l’orchestra e i fuochi di artificio finali!

Per la star internazionale, però, nessun cambio d’abito: la giacca sartoriale tempestata di pietre creata da Givenchy appositamente per lui era già abbastanza scenica.


Leggi anche: Il Cantante Mascherato: la farsa dei Ricchi e Poveri

The Weeknd, infatti, ha scelto di calarsi di nuovo nei panni di “The Character“, il personaggio immaginario che ha spesso interpretato che che è il protagonista del suo album “After Hours”. Stavolta, però, la giacca rossa è stata tempestata di brillanti e, a quanto pare, ha richiesto oltre 250 ore di lavorazione!

The Weeknd: la storia dietro la giacca rossa Givenchy

mgid-ao-image-mtv.com-696528

Guanti in pelle, camicia nera e cravatta abbinata e creepers bi-color ai piedi. Il look di The Weeknd sembra semplice ma è stato studiato al mimo dettaglio, facendolo somigliare a qualcosa a metà tra un moderno Michael Jackson e un conduttore di 50 anni fa. E vista la fama di cui gode il Super Bowl non poteva essere altrimenti!

“Vestire un musicista significa interpretare il personaggio rimanendo fedele alla tua visione del brand. E trovo affascinante cercare quell’equilibrio. Dopo alcune telefonate, ci siamo subito resi conto che avremmo realizzato in versione Givenchy il suo caratteristico look anni ’70 “.

ha spiegato Williams a Vogue, rivelando che dietro allo sbrilluccichio emanato dal cantante ci sono migliaia di cristalli di rubino, sapientemente applicati da alcune “magiche” ricamatrici, che hanno posizionato le pietre una per una, lavorando per oltre 250 ore!

“Il Super Bowl è una piattaforma così incredibile. Per lo sport, ma anche per l’arte, la musica e la moda


Potrebbe interessarti: Sex and the City: i look delle protagoniste

ha aggiunto entusiasta il designer di Givenchy, in attesa di scoprire le reazioni del pubblico che, a giudicare dai primi feedback, sembra essere rimasto senza parole. 

Insomma, un’altra vittoria per l’artigianalità.

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica