YouCare: la t-shirt intelligente con il 5G

Da una partnership tra ZTE e il gruppo AccYouRate è nata una t-shirt intelligente. Il modello, presentato al Mobile World Congress di Barcellona, è capace di monitorare la salute di chi la indossa, permettendo così di salvargli persino la vita!

Schermata 2021-06-29 alle 15.44.32

Ieri è stato inaugurato il Mobile World Congress di Barcellona. Si tratta di una fiera delle telecomunicazioni che sarà in programma nella cittadina spagnola fino al 1 luglio 2021.

Visto il particolare momento che tutto il mondo sta vivendo sono stati sia ridotti i partecipanti (35mila invece dei soliti 100.000) che le aziende che hanno preso parte all’evento.

Le innovazioni presentate, però, non sono di certo passate inosservate. L’oggetto che più ha fatto parlare di sé, infatti, è una innovativa t-shirt intelligente nata dalla collaborazione dell’azienda cinese ZTE con il gruppo AccYouRate. Ecco di cosa si tratta!


Leggi anche: Che tempo che fa: super ospite il grande Pelé

T-shirt intelligente: con il 5G monitora la salute

Schermata 2021-06-29 alle 15.44.09

La famosa azienda cinese ZTE ha presentato proprio in queste ore il risultato della collaborazione con il gruppo AccYouRate. Il duo, infatti, ha lanciato una innovativa maglietta smart che, proprio come farebbe uno smartphone, monitora i parametri vitali di chi le indossa.

Nel tessuto sono presenti alcuni sensori di Gps, di umidità, di temperatura, un accelerometro e una piccolissima “antenna” 5G, grazie alla quale i dati raccolti vengono inviati in tempo reale a centri di controllo sanitari.

La t-shirt prende il nome di YouCare e grazie alle sue innovazioni è in grado persino di monitorare e analizzare componenti del sudore o la temperatura corporea.

“E’ un’ invenzione che cambierà la vita e la qualità dell’assistenza domiciliare e remota ai molti cittadini che attraversano problemi di salute, nonché alle persone vulnerabili affette da malattie croniche, garantendo accessibilità ai servizi di assistenza e supporto del nostro network nazionale ed internazionale“.

ha spiegato Francesco Rocca, Presidente di Croce Rossa Italiana, e Presidente di Ifrc, parlando di come queste nuove tecnologie al servizio della persona e della società sono davvero in grado di salvare vite umane.

Arianna Preciballe
Suggerisci una modifica