Antiriciclaggio, segnalazioni su Totti: cosa sapeva Ilary Blasi

Ilaria Bucataio
  • Dott. in Scienze della comunicazione
07/01/2023

Ci sarebbero state delle segnalazioni sospette che hanno fatto muovere l’Antiriciclaggio, che sta cercando di indagare su alcuni movimenti bancari imputabili a Francesco Totti e collegati al gioco d’azzardo. Immediatamente è arrivato la chiara presa di posizione di Ilary Blasi, che ha spiegato di essere estranea alla vicenda. 

Antiriciclaggio, segnalazioni su Totti: cosa sapeva Ilary Blasi

Cinque assegni bancari e un bonifico risalente al giugno 2021, per un totale di 1 milione e 305mila euro, che sarebbero serviti a Francesco Totti per le case di gioco a Monte Carlo; un prestito da 80mila euro finito sul conto di una pensionata di Anzio dove sarebbero transitati bonifici collegati a società di scommesse, un assegno da 100mila euro per una società di casinò di Las Vegas e diversi altri movimenti sospetti che fanno capo all’ex calciatore della Roma.

Sono queste le basi da cui si è mosso l’Antiriciclaggio, che sospetta di operazioni bancarie illecite riconducibili a Francesco Totti e finalizzare a finanziare il gioco d’azzardo. Dopo le indiscrezioni delle ultime ore, è arrivata la chiara presa di posizione di Ilary Blasi, che è detta estranea alla vicenda.

Antiriciclaggio su Totti: Ilary Blasi si difende

Antiriciclaggio, segnalazioni su Totti: cosa sapeva Ilary BlasiILARY

Con una nota diffusa dall’avvocato di Ilary Blasi, Alessandro Simeone, la conduttrice di Mediaset ha voluto prendere le distanze dagli accertamenti che sono stati effettuati sui conti bancari di Francesco Totti, affermando che “non sapeva dei movimenti bancari da e per l’estero evidenziati nell’inchiesta del quotidiano “La Verità” e segnalati come sospetti dalle autorità competenti”.

Inoltre, c’è stata un’altra importante precisazione. Alcune indiscrezioni avevano ipotizzato che fosse stata proprio Ilary Blasi a far circolare queste notizie, con il fine di mettere in difficoltà l’ex marito, con cui è in corso una vera e propria battaglia legale per il divorzio. Il legale della conduttrice, però, ha spiegato che sarebbe stato impossibile visto che lei non era a conoscenza di nulla:

I conti oggetto di segnalazione erano di pertinenza esclusiva del signor Totti e la moglie, con la fiducia che contraddistingue ogni solito rapporto matrimoniale, non ha mai effettuato su di essi alcun tipo di controllo.