Antonella Fiordelisi e Edoardo Perrotti, intervista esclusiva: il successo su Instagram

24/11/2020

Antonella Fiordelisi sta spopolando sui social anche grazie ad alcuni bellissimi filtri Instagram. Il merito, però, va anche ad Edoardo Perrotti, creatore di tali effetti. Consociamo meglio questa collaborazione tra i due e alcuni retroscena su due interessanti lavori!

Senza titolo-2

Antonella Fiordelisi è una delle influencer italiane più amate e seguite sui social. Si è fatta conoscere al pubblico grazie alla sua partecipazione a Temptation Island, in cui è stata una tentatrice. Oggi ai suoi followers (oltre un milione) regala consigli, idee di stile e codici sconto. Ma non solo.

Sull’onda del suo successo, infatti, la bellissima fidanzata di Francesco Chiofalo ha creato anche tre filtri Instagram, ideati per rendere ogni donna una vera diva. Gli effetti sono già diventati popolarissimi ma il merito è anche del loro creatore.

E’ stato Edoardo Perrotti, infatti, a dare vita a questi e molti altri filtri. Lui è un giovane “creator” di successo ed ha subito convinto la Fiordelisi, che si è affidata a lui. Scopriamo insieme qualcosa di più sul loro lavoro e qualche consiglio su come raggiungere i propri obbiettivi!


Leggi anche: Antonella Fiordelisi: nuovo filtro a tema Halloween


Ciao ragazzi come state?

E: Buonasera Solodonna, tutto bene grazie !

Da dove nasce la vostra collaborazione e come vi siete conosciuti?

120011110-684359749144367-7338346815965551291-n

A: La nostra collaborazione nasce i primi di Marzo 2020, desideravo avere da tempo un filtro tutto mio. In passato sono stata contattata da diverse persone che mi hanno proposto di realizzare un filtro ma alla fine non è stata portata a termine nessuna delle iniziative proposte perché non mi soddisfacevano del tutto i risultati e le proposte.
Ho dato uno sguardo al suo profilo ed ho capito subito che come Creator di filtri era il top.

E: Da qui nasce la nostra conoscenza, parlando con Antonella e ascoltando i suoi desideri ci siamo resi conto entrambi che insieme avremmo potuto creare qualcosa di molto carino.

Il lockdown di alcune regioni sta influendo molto sul mondo dello spettacolo,
come state vivendo questo periodo professionale?

A: Devo essere sincera: non ho mai lavorato tanto come quest’anno! Forse perché la vendita online è in continua crescita e molte aziende sfruttano questo canale.

E: In questo periodo così difficile ognuno di noi deve trovare una soluzione con tutti i mezzi che ha a disposizione per portare avanti il proprio lavoro nel migliore dei modi. La mia professione, che racchiude l’intero mondo digitale, è d’aiuto a tutte quelle attiva, aziende e personaggi dello spettacolo che cercano di poter portare il loro lavoro nelle case di tutti gli Italiani attraverso piattaforme digitali e social network.


Potrebbe interessarti: Antonella Fiordelisi: “Fior Seduction” il filtro che spopola su Instagram

Parlateci un pò di voi. Antonella, per tutti sei una stella dei social: come sei riuscita a ottenere questo successo e qual è stata la tua arma vincente?

Sin da piccola con grande tenacia ho pubblicato mie foto su fb. Hanno incominciato a seguirmi sempre più persone. Poi la vicenda Higuain ha aiutato la mia popolarità. La mia arma vincente è sicuramente la mia simpatia e, forse, anche il mio lato b.

E tu, Edoardo, quando hai capito che Instagram sarebbe divenuto il tuo
“palcoscenico” professionale?

Non so se ci crederà o meno, ma è iniziato tutto come un gioco… Sono sempre stato uno “smanettone” del computer e ho sempre studiato i social in ogni loro minimo dettaglio. Nell’Aprile del 2019, vedendo apparire i primi filtri su Instagram, mi sono informato su come si potessero realizzare e pubblicare sul social.
Si trattava di una piattaforma realizzata da Facebook che ad oggi ha il nome di Spark Ar Studio, ancora in fase di sperimentazione e sulla quale erano presenti sviluppatori e designer che stavano testando ogni sua minima
funzione. “Perchè non provare?”, mi sono detto. Feci richiesta a Facebook per poter entrare nella beta di questo programma e venni accettato poco dopo.

Da li iniziò tutto: i primi filtri personali, le prime collaborazioni con personaggi dei social e i primi lavori retribuiti. Fino a quando non arrivò la chiamata dall’alto. Ad ottobre vengo invitato da Facebook nel loro headquarter di Londra insieme ai migliori creatori di filtri del momento: emozione indescrivibile. Trovarsi li era un sogno. Quella è stata la mia vera consacrazione come Filter Creator.

Tornato in Italia, grazie all’invito di Facebook la mia immagine come Creator è diventata sempre più nota, i filtri stavano diventando il trend del momento e tantissimi influencer e brand cercavano a tutti i costi qualcuno che ne realizzasse uno per loro.

Da li in poi è stato un crescendo, le aziende hanno cominciato a capire i benefici che può portare un filtro sulla loro immagine aziendale e ad oggi è uno degli strumenti più utilizzati per promuovere il proprio brand o la propria immagine. Se dovessi dare un titolo all’avventura che sto vivendo sceglierei: “Dalla cameretta di casa all’Headquarter di Facebook.”

Antonella come ti è venuta l’idea di realizzare un filtro? E quanto c’è di tuo
nell’idea che poi Edoardo trasforma in realtà?

Schermata 2020-11-22 alle 15.53.21

Ho sempre usato filtri di altre influencer. In particolare quello di Lisa e Lena. Un giorno mi son detta “Ma perché non usare un mio filtro?” Avevo mille idee e avrei voluto vederle trasformate in realtà tutte quante.
Ovviamente però ci sono delle limitazioni nel programma di realizzazione quindi non tutto era possibile.
Ho chiesto ad Edoardo consigli e in base alle sue risposte ho tirato giù il concept creativo del filtro che desideravo. Edoardo poi ha trasformato tutto in realtà. Mille prove e altrettanti cambiamenti, ma alla fine ne è uscito un prodotto vincente.

Edoardo, cosa ne pensi di Antonella come cliente? E’ esigente? Ti sei
divertito a lavorare con lei?

Esigenza è un sinonimo di Antonella Fiordelisi! Non mi sono mai trovato davanti ad un cliente esigente come lei: attenta ad ogni minimo dettaglio. Siamo sempre in contatto, abbiamo constatato che la nostra chat di whatsapp supera di gran lunga per numero di messaggi la chat di un mio parente stretto.

Solo per fare un esempio: se non sbaglio la realizzazione del primo filtro è durata ben 3 mesi. Voleva sempre di più, ed io cercato di portare tutto alla perfezione per poter tirare fuori il prodotto che lei desiderava.
Ne è valsa la pena però, basta vedere i risultati ottenuti, in Italia e nel mondo il filtro “Fior Seduction” ha spopolato, l’abbiamo visto sui volti più noti dello spettacolo e dei social (Taylor Mega, Valentina Ferragni, Chiara Biasi e tantissimi altre). Ad oggi questi sono i risultati, non male vero?

Schermata 2020-11-22 alle 15.52.12

Visti i risultati ed il rapporto instauratosi tra di noi, Antonella ha deciso di affidare a me la realizzazione di altri due filtri. Avendola conosciuta e avendoci trascorso del tempo mi permetto di fare un appunto su di lei, dicendo che molto spesso giudichiamo le persone in base a quello che pubblicano su i proprio social. Io stesso in passato ho ragionato così ma posso assicurarvi che, oltre a quello che io reputo un bellissimo personaggio c’è soprattutto un bravissima persona.

Altra domanda per Edoardo: qual’è è il filtro più difficile a cui hai lavorato? E
quello che preferisci?

Il livello di difficoltà varia a secona dell’esperienza, adesso lavoro decisamente più veloce rispetto a prima, mentre prima riuscivo a seguire un solo filtro alla volta ad oggi lavoro anche su sei filtri contemporaneamente.
Ultimante mi sto dedicando principalmente alle aziende, che a differenza del personaggio pubblico che solitamente spinge verso la realizzazione di qualcosa che possa essere utilizzato come filtro Beauty, cercano un modo innovativo di promuovere il prodotto o servizio che vendono o di legare ad una loro campagna pubblicitaria un filtro per i social.

Questo mi diverte molto, spesso le aziende arrivano impreparate a tutto ciò ed io cerco di trovare la soluzione adatta per ognuno di loro, è una sfida che ogni volta accetto con piacere.

E tu Antonella hai intenzione di produrne degli altri? Che cosa ti piacerebbe
per i prossimi?

Certo che ho intenzione di produrre altri filtri, mica mi fermo qua. Edoardo dovrà sopportarmi ancora per tanto. Non abbiamo ancora pensato a come sarà il prossimo ma a breve ne parleremo.

Edoardo, ci racconti come si realizza un filtro? Parlaci de tuo lavoro.

Come accennavo prima, la magia si compie su una piattaforma di nome Spark Ar Studio. Un filtro Instagram o Facebook è un connubio di fantasia, abilità grafiche e programmazione. Si parte da un concept creativo che viene messo su carta e proposto al cliente. Una volta trovata la giusta soluzione si parte con la realizzazione.

Io personalmente inizio il tutto preparando gli elementi grafici necessari per la realizzazione del filtro, per poi impostare quello che è lo scheletro del filtro, che è composto principalmente da funzioni matematiche e programmazione.

Il contatto con il cliente è costante, invio diverse bozze durante la lavorazione per far capire al cliente verso che strada si sta andando per ricevere da lui feedback in merito. Una volta constatato che il filtro è pronto si passa sotto l’attento occhio di Instagram che valuta se il filtro che si sta caricando rispetta tutte le normative ed è idoneo per il caricamento su i social.
Una volta che il filtro viene approvato si decide con il cliente in momento esatto per metterlo online.

Quanto costa farsi fare un filtro? È un servizio aperto a tutti o dedicato solo
ai vip?

Non faccio distinzioni, è un servizio che offro a tutti: aziende, personaggi dello spettacolo e privati.
È per questo che sul mio sito: www.edoardoperrotti.com sono ben visibili i prezzi di realizzazione e i pacchetti che io offro. Il prezzo deriva dall’esperienza, dai risultati ottenuti, molto spesso viene ritenuto una costo eccessivo, questo perché non si conoscono fino in fondo le potenzialità che può avere un filtro Instagram.

Potrebbe abbattere i costi aziendali destinati alla promozione di un prodotto e servizio tramite campagne pubblicitarie e collaborazioni con influencer, questo perché i risultati che si possono ottenere attraverso un filtro sono ben superiori a quelli che si possono ottenere con le opzioni appena citate. Chi è a conoscenza di questo non batte ciglio al momento del preventivo, perché sa che affidandosi ad un professionista il risultato è garantito.

Un consiglio a chi vuole diventare un Influencer (Antonella) e uno a chi
vorrebbe far conoscere i propri lavori sui social e trovare nuovi clienti
(Edoardo)

A: In ogni professione, per avere buoni risultati, devi sempre dare il massimo di te stesso e, soprattutto, devi crederci.

E: A chi sta entrando a far parte di questo mondo o a chi vorrebbe, dico solo di non avere paura di buttarsi, di sperimentare e di proporre il proprio lavoro sul potentissimo mondo dei social network.
Nel campo in cui opero abbiamo gruppi di confronto ed aiuto per i neofiti e per esperti navigati, tutti pronti a dare una mano al prossimo affinché il mondo si converta pian piano alla realtà aumentata.

Progetti per il futuro?

A: Io vorrei prendermi qualche bella soddisfazione in Tv. In sostanza ho fatto solo la tentatrice a Temptation Island

E: Io sto lavorando a diversi progetti inerenti al mondo della realtà aumentata e non. Come dicevo prima il momento è critico ed io personalmente insieme ad alcuni esperti collaboratori stiamo cercando la soluzione adatta per convertire i mestieri colpiti da questa pandemia al mondo digitale.

Arianna Preciballe
Laureata in Fashion Design
Esperta di: Moda, Design e Gossip
  • Fonte Google News
  • Suggerisci una modifica
    Iscriviti alla Newsletter

    Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter