Baby George nel mirino di alcuni terroristi

19/02/2021

L’attentato alla vita del principino George d’Inghilterra, primogenito di William e Kate, sarebbe dovuto avvenire la scorsa primavera, come è emerso da un’intercettazione ambientale che riporta alcune confessioni di un giovane terrorista, arrestato la scorsa estate mentre stava pianificando un attacco a Londra.

4536997-2110-babygeorge-aiuta-facchini

Il principino George d’Inghilterra era nel mirino di alcuni terroristi pronti ad ucciderlo secondo un piano che, per fortuna, è stato sventato in occasione di un altro attentato.

Non è la prima volta che qualcuno attenta alla vita del piccolo George. Il primogenito di William e Kate era già finito nel mirino di alcuni terroristi nel 2018, quando aveva appena iniziato a frequentare la scuola.

Di recente è emerso altro secondo quanto diffuso da Sky News, e relativo alle dichiarazioni rilasciate da un terrorista arrestato per aver pianificato un attacco a Londra.

Baby George era nel mirino di alcuni terroristi

4633972-1755-george-maglia


Leggi anche: William e Kate: l’appello sulle vaccinazioni

L’attentato alla vita del principino sarebbe dovuto avvenire nella primavera del 2020 in piena pandemia.

Sahayb Abu, 27 anni, è stato arrestato nel luglio scorso dopo aver acquistato una spada e altri strumenti pericolosi mentre pianificava di lanciare un attacco nella capitale britannica.

Durante il processo a suo carico, in aula è stata fatta ascoltare un’intercettazione ambientale nella quale Abu ha confessato il piano per uccidere il principe George. Sono solo vaneggiamenti o tutto ciò corrisponde al vero?

Baby George ha rischiato di trovare veleno nel gelato

crop

Nell’audio il giovane terrorista, parlando con un poliziotto sotto copertura, ha svelato che un altro attentatore, Husnain Rashid – condannato nel 2018 a 28 anni di carcere per un attentato – aveva studiato un piano per avvelenare Baby George.

In base a quanto riporta il tabloid britannico “Independent”, nel suo piano l’uomo avrebbe previsto di andare al supermercato più vicino alla residenza della famiglia reale e mettere veleno nei gelati, con l’idea che l’alimento finisse sulla tavola di William e Kate e dei loro bambini, George in particolare, terzo in linea di successione al trono.

Il piano per fortuna non è mai stato portato a compimento, ma certamente i retroscena restano allarmanti.

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica