Barbara Guerra “infastidita” da Berlusconi?

20/10/2021

Recentemente ci sono stati nuovi importanti risvolti sul caso “Ruby Ter”. In particolare Barbara Guerra, una degli imputati del caso a carico di Silvio Berlusconi ha rivelato di essere stata chiamata dall’ex Premier dopo l’udienza del 6 ottobre. Cosa succederà adesso? E cosa ha svelato la Guerra?

SILVIO-BERLUSCONI-Tag

Dopo l’udienza del 6 ottobre per il caso Ruby Ter  che coinvolge Silvio Berlusconi e altri 28 imputati, Barbara Guerra ha rivelato di essere stata contattata dall’ex Premier. La donna nel corso dell’udienza aveva raccontato di essere pronta a rivelare tutto  sul ‘bunga bunga’.

Dopo circa 24  dalle sue parole la Guerra è stata contattata da Arcore:

“Il giorno dopo la mia presenza in tribunale ho ricevuto una telefonata da Arcore, da Berlusconi, io ho negato l’invito dicendo, se voleva, di contattare i miei legali”.

A quanto pare anche Alessandra Sorcinelli, altra imputata del caso è stata contattata dal Cavaliere “24 ore dopo” l’udienza del 6 ottobre, ma ha rivelato di non aver risposto. Cosa accadrà adesso? Intanto il legale di Berlusconi è tornata a parlare della lettera inviata dall‘ex Premier ai giudici e della sua possibile presenza in aula.


Leggi anche: Luigi Berlusconi si sposa con Federica Fumagalli

Berlusconi: le parole del suo legale

ANTONIO TAJANI POLITICOSILVIO BERLUSCONI POLITICO
Federico Cecconi, legale dell’ex premier, ha voluto rispondere ad alcune domande dei cronisti, sulla possibilità che il Cavaliere si sottoponga all‘esame da imputato:

“E’ una valutazione che dovremo svolgere più avanti, tenendo conto delle sue condizioni di salute, ma è un’opzione certamente praticabile”.

In seguito, Cecconi ha anche commentato la lettera inviata dal suo assistito ai giudici della settima penale, nella quale l’ex Premier rinunciava alla possibilità di sottoporsi alla perizia medico legale disposta dai giudici, dopo il suo ennesimo e legittimo impedimenti per motivi di salute; ecco le parole del legale:

“La sua dichiarazione per come è stata recepita nella lettera inoltrata al Tribunale è molto chiara questo non vuol dire che non ci sia la massima forma di rispetto per il Tribunale che finora ha dato dimostrazione per ora di una obiettività nell’analisi delle risultanze processuali, fermo restando che abbiamo tutta una serie di aspetti processuali che dobbiamo andare a trattare”.

Adesso non resta che aspettare nuovi aggiornamenti sul caso e vedere prima di tutto cosa faranno i legali della Guerra, ed in seguito cosa deciderà di fare Silvio Berlusconi.

Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Esperta in: TV e Gossip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica