Belmondo addio: è morto il grande attore

06/09/2021

È scomparso all’età di 88 anni l’attore francese Jean Paul Belmdono. Icona assoluta del cinema francese, è stato uno dei volti indimenticabili della Nouvelle Vague ed ha lavorato con alcuni tra i più grandi registi del Novecento. Oltre ad un talento irraggiungibile nella recitazione, Belmondo è entrato nell’Olimpo del cinema grazie al suo viso dagli affascinanti e inconfondibili tratti.

jeanpaulbelmondo

Lutto nel mondo del cinema mondiale: all’età di 88 anni è morto oggi, 6 settembre, Jean Paul Belmondo. L’attore francese (di origini italiane da parte dei nonni paterni) era nato nel 1933 a Neuilly-Sur-Seine, vicino Parigi ed aveva debuttato sul grande schermo nel 1957.

Divenuto uno dei volti inconfondibili della Nouvelle Vague, Belmondo ha recitato nelle più celebri pellicole di registi del calibro di Jean-Luc Godard e Francois Truffaut.

Jean Paul Belmondo: un’icona del cinema

Il punto di forza di Jean Paul Belmondo è senza dubbio stato il suo volto e la sua inimitabile espressività: caratteristiche che da subito gli hanno conferito un fascino che riusciva ad oltrepassare lo schermo e ad arrivare al pubblico.

Oltre all’aspetto, un talento smisurato per la recitazione ha fatto sì che l’attore francese raggiungesse la fama in ogni angolo del pianeta.

Negli anni sessanta diventa infatti una figura iconica della appena nata corrente cinematografica francese denominata la Nouvelle Vague: Jean-Luc Godard, Francois Truffaut, Marcel Carné ed altri registi capostipiti del genere lo hanno avuto come protagonista delle loro pellicole più celebri tra cui spiccano Fino All’Ultimo Respiro, La Donna È Donna, Il Bandito Delle 11, La Mia Droga Si Chiama Julie, Borsalino e molti altri.

Nel cinema italiano, Jean Paul Belmondo è ricordato soprattutto per il suo ruolo in La Ciociara di Vittorio De Sica, considerata una tra le più importanti pellicole al mondo.

Jean Paul Belmondo: Leone d’oro alla carriera

jeanpaulbelmondo2

Una carriera, quella di Belmondo, che lo ha reso una delle figure più importanti della settima arte. Nel 2016, non a caso, l’attore francese era stato insignito del Leone d’oro alla carriera, uno dei più prestigiosi riconoscimenti cinematografici che viene assegnato dalla Mostra del Cinema di Venezia.

In quella occasione era stato annunciato sul palco della Sala Grande del Palazzo del Cinema a Venezia da Sophie Marceau, ed era stato accolto da un lungo applauso e da una standing ovation da parte di tutto il pubblico presente e dalla stampa: un ampissimo consenso, d’obbligo per la levatura di un personaggio come Jean Paul Belmondo.


Potrebbe interessarti: Tempesta D’Amore, anticipazioni oggi 14 febbraio: Paul recupera nel lago i gioielli di Michelle

Giulia Marinangeli
Suggerisci una modifica