Berlusconi è stato ricoverato: che succede?

Da quello che è emerso finora, Silvio Berlusconi è stato ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano da ieri pomeriggio. Il motivo è relativo a dei controlli post Covid.

Berlusconi

Questa mattina la notizia del leader di Forza Italia, nuovamente ricoverato. Infatti, Silvio Berlusconi era stato ricoverato dal 6 aprile al 1 maggio.

Dopodiché, l’84enne era tornato a casa per poi dovere tornare ancora al San Raffaele, pochissimo tempo dopo. A metà maggio, dunque, Berlusconi era stato sottoposto a ulteriori controlli. Le svariate visite di Berlusconi in ospedale sono sempre state connesse alle conseguenze del Covid, che il leader di Forza Italia ha contratto l’anno scorso.

Oggi, la notizia che Silvio Berlusconi è stato nuovamente ricoverato al San Raffaele di Milano, sempre per delle problematiche connesse al Covid.


Leggi anche: Silvio Berlusconi positivo a Covid: asintomatico e isolato

Silvio Berlusconi: come sta

BERLUSCONI-261880

Silvio Berlusconi si trova nuovamente in ospedale, sempre al San Raffaele di Milano e sempre per gli strascichi del Covid, contratto dal leader di Forza Italia lo scorso anno.

Lo staff ospedaliero ha fatto sapere il reali motivi del ricovero, precisando che:

Il ricovero si è reso necessario per una valutazione clinica approfondita.

Quindi, il leader di Forza Italia è entrato in ospedale da ieri pomeriggio, per ancora dei controlli post Covid e una valutazione clinica approfondita.

Antonio Tajani, coordinatore di Forza Italia, oltre a mostrare la propria vicinanza per Silvio Berlusconi ha dato ulteriori dettagli riguardo l’ennesimo ricovero di Silvio Berlusconi:

I medici hanno ritenuto di visitarlo e credo starà lì per qualche giorno.

Nulla di grave apparentemente per Berlusconi, che all’età di 84 anni e dopo avere avuto il Covid, è più che “normale” debba essere tenuto sotto controllo. Infatti, nonostante si sia guarito, non è facile – com’è noto – anche il periodo successivo alla guarigione. Dunque, Berlusconi viene tenuto sotto controllo ancora qualche giorno, semplicemente per normali controlli e accertamenti, da quel che è emerso finora.