Briatore sul Covid in Sardegna fa la”vittima”: è un attacco ai ricchi e alle discoteche di destra

17/09/2020

In un’intervista al “Corriere” l’imprenditore Flavio Briatore, guarito dal Coronavirus, ha commentato il “caso Sardegna” di quest’estate, con l’isola piena di focolai, definendolo “un attacco mediatico e politico”. L’ex manager della F1 ha confidato di aver patito la solitudine e l’impossibilità di vedere suo figlio.

Briatore

Non intende chiedere scusa, Flavio Briatore, come invece avrebbero suggerito molti da più parti.

“A chi? Perché? Perché dò lavoro? Dovrebbe essere il governo a chiedere scusa a noi imprenditori”, ha risposto l’imprenditore al “Corriere della Sera”.

In un’intervista firmata da Candida Morvillo, il patron del Billionaire ha parlato dopo essere guarito dal Covid-19, come è risultato da due tamponi negativi.

Flavio Briatore e la solitudine in quarantena

Flavio-Briatore


Leggi anche: Flavio Briatore: tutte le incredibili dichiarazioni sul Covid

Quello che è pesato di più a Briatore in quarantena, trascorsa a casa dell’amica Daniela Santanchè, è stato “far passare le ore da solo. Leggevo i giornali, telefonavo, guardavo la tv. Sono state brutte la solitudine e l’impossibilità di vedere mio figlio (Falco Nathan, avuto dall’ex moglie, la showgirl Elisabetta Gregoraci, ndr)”.

Briatore ha rassicurato sulle condizioni dei suoi dipendenti al Billionaire.

“Tutti bene, l’80 per cento era asintomatico e il ragazzo con un problema polmonare più grave sta uscendo dalla terapia intensiva. I positivi, comunque, erano trenta, non 100 o 120 come ho letto. Nel leggere cifre a caso, continuavo a chiedere ai miei manager: quanti sono? E loro: trenta”.

Briatore sul caso Sardegna: “Attacco orchestrato politicamente”

billionaire jpg

Tuttavia l’ex manager della Formula 1 non ha ritenuto di dover rilasciare un comunicato. Ha spiegato:

“Sarebbe stato inutile: il caso Sardegna è stato un attacco mediatico orchestrato politicamente e il Billionarie è stato strumentalizzato perché conosciuto in tutto il mondo. Il messaggio era che qui tutti avevano il virus e in Emilia zero: solo le discoteche di destra avevano il Coronavirus, quelle di sinistra no”.

Ha aggiunto:

“È stato un attacco a un governatore di destra, usando la Costa Smeralda dove vanno i ricchi e usando Briatore. Invece, Solinas aveva un’isola Covid free, ha chiesto il test di negatività per chi entrava e non gliel’hanno concesso”.


Potrebbe interessarti: Non è l’Arena, Briatore duro su De Luca: “Nemmeno a lui auguro la prostatite”

Con Berlusconi non si sono ancora sentiti. “Gli auguro ogni bene”, ha commentato Briatore.

Qualche previsione, infine, sui settori di mercato in cui operano le imprese che dirige:

“Nel food e beverage cambierà molto, come sono cambiati i viaggi dopo le Torri Gemelle. Sto studiando la tendenza per i prossimi dieci anni, le offerte da fare in Europa, a Riyadh, Abu Dhabi, Miami, New York… Il dinner show sarà il futuro molto più delle discoteche al chiuso. Ci saranno terrazze e si ballerà solo all’aperto”.

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica