Chiara Nasti stremata: “Pensate a voi stesse”

- 23/09/2020

La fashion blogger di Napoli, ieri, si è sfogata nelle stories di Instagram, a causa dei continui attacchi degli haters che continuano ad offenderla nei commenti sotto i suoi post. Chiara ha precisato che quasi tutti gli insulti provengono più dalle ragazze rispetto ai ragazzi. La giovane influencer si è detta molto dispiaciuta di questo e non riesce a spiegarsi spiega il perché.


chiara nasti

Numerosi i commenti negativi sotto le sue foto, i suoi video e tutto ciò che riguarda Chiara Nasti. Frasi del tipo: “sei tutta plastica”, “spero che mia figlia non ti segua mai” e “sei volgare“. Queste sono solo alcune delle numerose critiche che riceve Chiara ogni giorno. La giovane blogger ha sempre sorvolato e ignorato queste cattiverie, ma è normale che ad un certo punto non si sopporta più una situazione del genere. Infatti da qui nasce lo sfogo sulle stories di IG.

Chiara Nasti: “il vostro obbiettivo è far star male la gente”

photo-2020-09-23 13.28.38


Leggi anche: Chiara Nasti: Venerdì sera piccante per lei

La fashion blogger ha dedicato qualche storia alla questione, prendendo la situazione con molta calma, ma con serietà. Chiara suggerisce di fare i complimenti alle belle ragazze e di non cercare sempre imperfezioni o difetti di una persona. “Pensate a voi stesse“, continua la Nasti, “vivete la vostra vita e divertitevi“. Parole piene di saggezza da parte della giovane influencer, ma chissà se verranno ascoltate o se verranno completamente ignorate. Queste persone continueranno ad insultarla e a prenderla in giro o la faranno finita una volta per tutte?

Chiara, infine, ha aggiunto un ultimo particolare definendo “leoni da tastiera” tutte queste persone. Essa stessa ha dichiarato che nessuno mai le ha detto tutto ciò che le dicono su Instagram, dal vivo. Ha anche ironicamente chiesto dove si nascondessero tutti questi personaggi quando c’è da dirlo in faccia.

Un bello sfogo, quindi, da parte dell’influencer napoletana che spera così di mettere la parola fine a questa situazione.

Commenti: Vedi tutto