È morta Piera Degli Esposti: l’attrice aveva 83 anni

14/08/2021

È scomparsa oggi a Roma, all’età di 83 anni l’attrice Piera Degli Esposti. Le cause della morte sarebbero delle complicazioni cardiache e dei problemi polmonari. L’attrice nata a Bologna e vissuta a Roma ha lavorato con registi del calibro di Pasolini e Sorrentino e ha preso parte per anni ad importanti progetti che hanno fatto la storia del teatro.

pieradegliesposti

È scomparsa oggi a Roma Piera Degli Esposti. L’attrice aveva 83 anni ed è venuta a mancare in seguito a complicazioni cardiache e problemi polmonari. Era ricoverata all’Ospedale Santo Spirito dallo scorso 1 giugno.

Attrice di cinema e teatro, Piera Degli Esposti è stata tra le più importanti figure dagli anni ’60 ad oggi, che ha saputo sperimentare dando vita a progetti totalmente pionieristici e che hanno segnato la storia del teatro italiano contemporaneo.

Al cinema, Piera Degli Esposti è stata un’attrice fondamentale e ha lavorato con i più grandi: dai fratelli Taviani, a Pier Paolo Pasolini, da Nanni Moretti a Lina Wertmuller, segnando anche in questo ambito, momenti indimenticabili della storia del cinema.


Leggi anche: Netflix, La casa di carta: chi è Il Professore (Álvaro Morte), carriera e vita privata

Piera Degli Esposti: una pioniera del teatro

pieradegliesposti4

Dotata di un carattere incisivo e di una personalità travolgente, Piera Degli Esposti ha rivoluzionato sotto molti aspetti i modi convenzionali della recitazione teatrale, intraprendendo spesse volte strade pionieristiche a fianco dei più grandi, su tutti, Camelo Bene.

Un’attrice senza dubbio anticonformista e coraggiosa, che nella storia di questa arte ha scritto delle pagine che sono diventate cardini del teatro italiano, dagli anni ’60 a questa parte. Eduardo De Filippo l’aveva rinominata ” ‘o verbo nuovo“.

Piera Degli Esposti: un pezzo di storia del cinema

pieradegliesposti3

Negli anni sessanta, insieme alla carriera teatrale Piera Degli Esposti esordisce al cinema con il film Trio di Gianfranco Mingozzi (1967): da questo momento la sua carriera sarà costellata di collaborazioni con registi di levatura inestimabile.

I fratelli Taviani, Pier Paolo Pasolini, Nanni Moretti, Lina Wertmuller, Marco Bellocchio, Giuseppe Tornatore, Paolo Sorrentino, sono solo alcuni degli illustri registi che l’hanno voluta e avuta nei loro set.

Non tardano ad arrivare neanche i riconoscimenti per le sue inestimabili interpretazioni. Doppio David di Donatello, per citarne una piccolissima parte, per L’ora di Religione nel 2002 e per Il Divo nel 2009.


Potrebbe interessarti: Il Segreto: Severo condannato a morte

Giulia Marinangeli
Suggerisci una modifica