Fabrizio Corona senza freni: finirò ammazzato

02/12/2020

A Diva e Donna Fabrizio Corona torna a parlare del suo libro, della sua vita maledetta, del carcere e dei suoi amori ma confessa anche che si rivede in Joker con un’unica differenza che a morire ammazzato a 50 anni sarà lui…

Fabrizio Corona ospite a ‘Non è l’Arena’Fabrizio Corona ospite a ‘Non è l’Arena’

Fabrizio Corona torna a parlare del suo libro, ‘Come ho inventato l’Italia’. Lo fa anche a Diva e Donna. Lo fa a modo suo, senza freni di chiunque. “Parlo delle persone, poi c’è la parte del sistema vero. Io ci sono venuto in contatto e lì mi sono molto censurato”. Anche se in realtà lascia intuire come funziona il sistema.

Una vita non semplice, cominciata dal basso e ora? “Sono ai domiciliari da quasi un anno. Posso fare quello che voglio e incontrare chiunque, pregiudicati a parte. Posso uscire per due ore un giorno alla settimana e vivo in una casa nuova per dare un taglio al passato”. Ma non è semplice.


Leggi anche: Fabrizio Corona nei guai: blitz dei carabinieri

Fabrizio ancora in galera? Carlos è papà dipendente

fabrizio-corona

Parla di suo figlio Carlos, della sua ex moglie Nina Moric, delle denunce continue che continua a ricevere da lei e dal suo avvocato. Ma parla anche di Belén, di Asia Argento garantendo di non avere nessuna storia. Con Nina solo rapporti giudiziari? “Fino ad agosto era qua, faceva parte della famiglia, poi è cambiata. Ha cominciato questa guerra da sola e non si capisce perché. Mi ha fatto troppo male. Non la perdonerò mai più”.

Parla anche di quello che ha passato a San Vittore. E ora rischi di tornare in galera? “Ho rischiato e rischio ancora. Senza aver commesso niente, avendo fatto una detenzione domiciliare impeccabile. Se sei in affidamento, la denuncia finisce direttamente al magistrato di sorveglianza e non importa quanto sia infondata. Per dieci giorni ho ballato tra galera e libertà“. E se accadesse, di tornare dentro “sarebbe gravissimo. Non tanto per me, ma per Carlos che è papà-dipendente. Ci ho messo dieci mesi per farlo stare bene”. Ma sia chiaro:

Non sono un criminale, ma solo un furbo che ha sfruttato e fregato un sistema corrotto. Mai fatto del male alla povera gente”

Fabrizio Corona si riconosce nella figura di Joker…

joker-68

A Diva e Donna una clamorosa confessione: “Mi riconosco in Joker. Questa cosa della vendetta sociale contro una società falsa che si crede intoccabile. E so che finirò come lui”. Fabrizio Corona non ammazzerà un conduttore tv, “più che altro sarò ammazzato“.

Poi ancora: “Morirò ammazzato a cinquant’anni”. Chi ti vuole morto? “Sono molto fumantino, litigo spesso. Non sopporto più niente. Se arriva un balordo, e una volta magari lo ricevevo e gli offrivo il caffè, oggi gli dico: ‘fuori dalle palle’. Alla fine Carlito Brigante viene ammazzato da un pusher di ultima categoria”.


Potrebbe interessarti: Fabrizio Corona nei guai per la mascherina

Ludovico Merlo
  • Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Esperto in: TV, Spettacolo e Gossip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter