Federica Pellegrini, nella storia: quinta finale olimpica

27/07/2021

Immensa come sempre. Federica Pellegrini non delude mai e ottiene il lasciapassare per la quinta finale olimpica nel 200 metri stile libero. La campionessa di nuoto non sembra aver risentito del Covid che l’ha colpita l’anno scorso. L’azzurra si qualifica con il settimo tempo utile. E ora punta al podio.

205128153-4d54f786-829f-432e-8c27-105addbb036e

Immensa Federica Pellegrini. La campionessa di nuoto è riuscita nella grande impresa, alle Olimpiadi di Tokyo 2020 attualmente in corso, e ha ottenuto il lasciapassare per la finale nei 200 m stile libero.

L’azzurra ha ottenuto il settimo tempo in 1’56’’44, classificandosi terza nella sua gara, la seconda semifinale, e penultimo posto valido. Federica entra così nella storia del nuoto mondiale: non era mai infatti accaduto che una donna, nel nuoto, riuscisse ad ottenere un simile record (vale a dire cinque finali nella stessa gara). Con questo tempo Fede dimentica e fa dimenticare il non certo lusinghiero 1’57’’33 del giorno precedente.


Leggi anche: Federica Pellegrini ed il suo amore per Giunta

Le dichiarazioni di Federica Pellegrini

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Federica Pellegrini (@kikkafede88)

La storia della Pellegrini ai Giochi Olimpici è davvero straordinaria: argento nel 2004, oro nel 2008, ha ottenuto il quinto posto nel 2012 ed è arrivata a un pelo dal podio nel 2016, quando si è classificata quarta. Ora chiamata più che mai alla grande impresa, per poter chiudere il cerchio (e la carriera): stando a quanto ha più volte dichiarato la “Divina”, dopo queste Olimpiadi Fede lascerà infatti il mondo delle gare, per dedicarsi a un altro progetto, quello di diventare mamma.

Ma il nuoto resterà sempre nella sua vita, impossibile non praticarlo più, anche se magari sotto altre forme.

Olympic Games 2020 Swimming

Ecco che cosa ha dichiarato nel post gara la Pellegrini, molto orgogliosa del risultato ottenuto e visibilmente commossa (il suo viso era rigato dalle lacrime) ai microfoni della Rai:

“Non era l’obiettivo minimo, questo era il mio vero obiettivo per questa Olimpiade. Un obiettivo difficile perché il livello si è alzato molto. Ringrazio il mio meraviglioso staff che mi ha seguito in questi due anni. Era sicuramente questo l’obiettivo di questa Olimpiade. Sono strafelice. È tutto molto bello. E ora solo divertimento per il mio ultimo 200 stile”.


Potrebbe interessarti: Federica Pellegrini, nuoto addio: riparte da Matteo Giunta

E ora, Fede, facci sognare: conquista un nuovo podio olimpico. Sarà dura, ma te lo meriti.

Silvia Tironi
  • Iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Laureata in Lettere
  • Esperta di: TV e Mondo dello spettacolo
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica