Federica Pellegrini, nuoto addio: riparte da Matteo Giunta

28/07/2021

Federica Pellegrini settima nell’ultima finale dei 200 metri ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020: “È stato un bel viaggio, me la sono goduta fino alla fine”, ha spiegato la campionessa. Che ora, dopo l’addio al nuoto, ha un solo pensiero: il suo futuro accanto a Matteo Giunta.

Federica Pellegrini

Federica Pellegrini la Divina è nella storia. Prima donna ad essere riusciti a centrare l’obiettivo di 5 finali consecutivi ai Giochi Olimpici, ha ottenuto il settimo posto nella gara dei 200 stile libero che si è svolta a Tokyo la notte scorsa. Un settimo posto che lei aveva messo in conto, la concorrenza era davvero spietata e soprattutto giovanissima.

Federica ci ha provato fino all’ultimo, non ha mai mollato e ha dimostrato ancora una volta che il soprannome “ divina” non le è stato dato a caso.

La Pellegrini riparte da Matteo Giunta

Federica pellegrini Matteo giunta


Leggi anche: Federica Pellegrini ed il suo amore per Giunta

Ora è giunto davvero il momento di appendere il costume e la cuffia al chiod , anche se il nuoto rimarrà sempre una parte fondamentale della sua vita. Ma come aveva già detto l’anno scorso, è arrivato il tempo di guardare oltre: c’è tutta una vita, quella privata, che merita di essere coltivata e portata in primo piano. Una vita che fa rima con Matteo Giunta.

pellegrini-1

Per la prima volta la Pellegrini parla del suo allenatore come il suo compagno di vita. Non era mai accaduto. Certo, si trattava di un segreto di Pulcinella, come si suol dire, i due erano stati più volte paparazzati insieme, ma l’ufficialità della loro relazione non era mai stata data. Oggi è tempo di scoprire le carte: Fede non ha più bisogno di nascondersi. e, ai microfoni del Tg 1 , subito dopo la finale, ha ammesso:

“Se non ci fosse stato Matteo probabilmente avrei smesso qualche anno fa. Matteo è un grandissimo allenatore e un compagno di vita speciale e spero che lo sarà anche in futuro. La priorità era tenere l’immagine dell’allenatore e dell’atleta separati e siamo stati molto bravi in questo. È stata una persona fondamentale, una delle più importanti in questo percorso sia umano, sia sportivo”.

Federica Pellegrini orgogliosa di se stessa

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Federica Pellegrini (@kikkafede88)

La Divina ha speso parole anche sulla gara e sulla sua performance, di cui si sente comunque orgogliosa. Certo, tutti noi speravamo in una impresa che andava oggettivamente al di là del miracolo. Ma Fede ci ha fatto sognare, ancora una volta. Anche per lei è stato un sogno. Un grande sogno, che come tale si porterà dentro per tutta la vita e non si scorderà mai:


Potrebbe interessarti: La casa di carta: chi è Tokyo (Úrsula Corberó), carriera e vita privata

“È stato un bel viaggio, tanti anni di bracciate: me la sono goduta dall’inizio alla fine. Voi non mi vedevate ma ho sorriso anche mentre ero in acqua. Quando ho toccato ho detto: bene, e quindi?”.

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Federica Pellegrini (@kikkafede88)

Quindi è giunto il momento di lasciare il nuoto:

“Mi hanno sempre detto che l’avrei capito quando sarebbe arrivato, è come un interruttore, acceso – spento, è giusto lasciare dopo una finale olimpica, di meglio non c’è”.

Già, perché un “altro meglio” deve ancora venire…

Silvia Tironi
  • Iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Laureata in Lettere
  • Esperta di: TV e Mondo dello spettacolo
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica