Flavio Briatore “criticato” per il suo Crazy Pizza Monte Carlo

19/08/2020

Nelle scorse settimane è stato inaugurato il Crazy Pizza a Monte Carlo, terzo locale dell’omonima catena di ristorazione di Flavio Briatore, dopo Londra e Porto Cervo. Ma le prime foto sui social hanno suscitato molte critche da parte degli utenti.

Flavio-Briatore—Inaugura-Crazy-Pizza—Ed-è-polemica-sulle-foto

Nelle scorse settimane Flavio Briatore ha aperto a Monte Carlo, nel Principato di Monaco, il terzo locale della sua nuova catena di pizzerie, Crazy Pizza.

Il nuovo punto di ristoro è stato inaugurato dopo quello di Londra e Porto Cervo in Sardegna, che hanno aperto i battenti lo scorso anno. Tuttavia, sui social, le pizze dell’imprenditore sono state prese di mira da numerosi detrattori.

Flavio Briatore, polemiche su Crazy Pizza Monte Carlo

Crazy Pizza Montecarlo

Le polemiche sono iniziate già nei giorni scorsi quando su Instagram l’account di Crazy Pizza Monte Carlo ha iniziato a pubblicare foto per il lancio del locale, menu compreso: Port Hercule al tramonto, bellissime ragazze che assaggiano la pizza in auto, piatti in tavola con la pizza servita nel locale, una margherita “very skinny”, sottilissima e croccante.


Leggi anche: Flavio Briatore: tutte le incredibili dichiarazioni sul Covid

Proprio queste immagini hanno suscitato numerose critiche: “25 euro per questa pizza? Siamo alla pazzia”. “Cambia assolutamente il pizzaiolo”. “Il mio panettiere con 30 centesimi la faceva meglio”. “Se questa sembra una buona pizza forse non ne avete mai assaggiata una come si deve. Secca, cornicione inesistente, non si può vedere”. Sono stati solo alcuni dei commenti, tra quelli più garbati, indirizzati a Crazy Pizza Montecarlo.

Briatore, tutte le critiche a Crazy Pizza

pizza-margherita-Crazy-Pizza-Flavio-Briatore-1280×854 (1)

A far infuriare molti utenti sui social è anche l’aspetto della pizza, che il locale stesso definisce “crazy thin” (sottilissima) e “yeast free crust” (con pochissimo lievito), un po’ biscottata.

Una nuova interpretazione della classica Pizza con tutta la passione e lo spirito dell’Italia”, è la descrizione che ne fa il locale: ma per molti follower di “gusto italiano” ci sarebbe ben poco. Va bene un impasto digeribile, ma, è stato sottolineato, così sembra proprio privo di lievitazione. In qualche foto il cornicione risulta bruciacchiato. La consistenza di pomodoro e mozzarella è sembrata a molti troppo solida e “compatta”.

Le critiche sono suscitate anche a causa del video postato da Roberto Parli, marito di Adriana Volpe, che riprendeva il pizzaiolo del locale di Briatore intento a far volteggiare l’impasto extra large sopra la testa. Molti hanno polemizzato sulla scarsa igiene della situazione, visto che molti hanno notato come la pizza sfiori i capelli del pizzaiolo. “Non è igienico”, scrive qualcuno. Qualcun altro ironizza: “Grande Pizza con strusciata di capelli”. Un altro ancora: “Bello lo spettacolo… ma io non la mangerei”.


Potrebbe interessarti: Flavio Briatore umiliato è una furia: pronto a denunciare

pizzaiolo briatore

Sono stati contestati, infine: la margherita e altre varianti classiche costano dai 15 ai 18 euro, la focaccia di Recco 19, quella con il prosciutto sale a 20 e quelle chiamate “Crazy” hanno costi ancora superiori (con Pata Negra, 33,5 euro, e al tartufo, 45 euro), cifre comunque in linea, va detto, a quelle di altri locali e ristoranti del Principato di Monaco.

Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter