Francesca Neri racconta la malattia: “Ho pensato al suicidio”

28/09/2021

Dopo le parole commosse di Claudio Amendola nello studio di Verissimo anche Francesca Neri ha scelto di uscire allo scoperto, raccontando in maniera diretta come sta vivendo la malattia che l’ha colpita dal 2015. Una cistite insterstiziale che l’ha portata ad isolarsi, spingendola anche a pensare al suicidio. 

Progetto senza titolo – 2021-09-28T114602.082

Francesca Neri ha scelto di parlare in maniera aperta della malattia che l’ha colpita dal 2015. Una cistite insterstiziale che l’ha portata a rinunciare ad una vita normale, isolandosi sempre di più e soffrendo, oltre che per il dolore fisico, anche dal lato psicologico. Ora, dopo tre anni di grande difficoltà, sembra che la situazione stia lentamente migliorando: “Ma non ne sono fuori, non si guarisce“, ha detto l’attrice.

A raccontare il suo dolore era stato Claudio Amendola solo un paio di giorni fa nello studio di Verissimo. L’attore romano, senza entrare nei dettagli, aveva cercato di spiegare la grande sofferenza della moglie, a cui non ha fatto mai mancare il suo sopporto. Ora è stata proprio Francesca Neri a rivelare qualcosa in più sulla sua situazione.


Leggi anche: Claudio Amendola: Mediaset punta su di lui?

Francesca Neri: il dolore per la malattia

Progetto senza titolo – 2021-09-28T114504.187

Da quando ha scoperto di dover fare i conti con questa malattia, per Francesca Neri è iniziata una nuova vita, fatta di dolore e difficoltà:

“E’ durata tre anni la fase acuta. I primi due anni, io che non credo ai social, sono stata in una chat di donne che soffrono di questa patologia. Poi ho trovato un equilibrio, devo imparare a difenderlo. Ho cominciato a privarmi di cose che potevano scatenare una reazione: l’aria condizionata, il caldo, certi cibi”.

Arrivare a vivere la sua situazione con questa consapevolezza e con questa forza non è stato affatto semplice. Durante i due anni più duri, quelli citati da Francesca Neri durante i quali si è completamente estraniata dalla sua vita, anche di mamma, l’attrice ha avuto pensieri così cupi da aver preso in considerazione anche l’idea del suicidio:

“Ho accarezzato l’idea del suicidio. Ho passato mesi a giocare a burraco online di notte. […] Starmi accanto è stato impossibile: volevo essere lasciata sola […]. Il mio lockdown è durato tre anni. E quando è arrivato per tutti, con la pandemia, sono stata meglio perché condividevo la situazione degli altri”.

Fondamentale, anche in questo momento, la presenza del marito Claudio Amedola al suo fianco: “Se non avessi avuto questa complicità e questo affetto non ce l’avrei fatta“.

Ilaria Bucataio
Suggerisci una modifica